“Il porta a porta a Pirri? Solo disagi, Zedda ha promesso una tassa più bassa ma sarà peggio”

Alfredo Sessili, 78 anni, vive in una delle strade attorno al mercato di Is Bingias. L’anziano si scaglia totalmente contro la rivoluzione dei rifiuti imbastita dal Comune.GUARDATE il VIDEO con il duro sfogo del pensionato

A Pirri il porta a porta arriva prima. La decisione del Comune di Cagliari di scegliere la Municipalità come zona-pilota è già, quasi, realtà: i mastelli sono stati già consegnati. “Cinque, un numero altissimo, questo nuovo servizio creerà solo un mare di disagi agli abitanti”. Così Alfredo Sessili, 78enne residente in via della Resistenza. E, a proposito di “resistenza”, quella contro il porta a porta è netta: “Zedda deve spiegare come faremo a scendere tutti i giorni con i rifiuti, avrò disagi anche io che abito al piano terra. Il Comune aveva promesso tassa più bassa già con la raccolta differenziata, invece è aumentata”.
 Un giudizio totalmente negativo, quindi, quello del pensionato. Che pensa già ai possibili ulteriori disagi con l’arrivo della bella stagione: “L’umido sarà ritirato solo tre volte alla settimana, per tutta l’estate avremo strade puzzolenti”.