Il Poetto di Quartu cambia look: pista ciclabile, area verde e percorso runner

Il Poetto di Quartu cambia look, approvato il progetto esecutivo: pista ciclabile, parco lineare, percorso runner, fascia verde attrezzata e la promenade, una passeggiata lungo il litorale dall’ospedale Marino sino alla rotonda del Margine Rosso.

Il Poetto di Quartu cambia look, approvato il progetto esecutivo: pista ciclabile, parco lineare, percorso runner, fascia verde attrezzata e la promenade, una passeggiata lungo il litorale dall’ospedale Marino sino alla rotonda del Margine Rosso.

Un altro importante passo in avanti per la riqualificazione della fascia retro demaniale del Poetto è stata siglata con l’approvazione del progetto che doterà 4 km del litorale quartese di una serie di interventi: 3 milioni di euro sono i fondi necessari per la realizzazione delle  opere inserite nel progetto, 8 quelli complessivi per i futuri interventi.
Nel progetto è stata prioritaria la necessità di tenere in debita considerazione uno sviluppo armonioso tra le opere oggetto del primo intervento e lo stato dei luoghi negli ambiti che dovranno attendere il reperimento di ulteriori risorse, al fine di non determinare significativi punti di discontinuità paesaggistica. 
Durante la fase di elaborazione della progettazione definitiva/esecutiva sono stati organizzati una serie di incontri, tra l’amministrazione, i professionisti e gli enti preposti al rilascio dei pareri obbligatori (RAS Ufficio Tutela dell’Ambiente, RAS Ambiente, RAS Patrimonio e Demanio, Consorzio Parco di Molentargius, CTM Cagliari, Capitaneria di Porto). Tali incontri hanno consentito di precisare non solo i contenuti progettuali ma anche la localizzazione delle opere da eseguirsi con l’utilizzo del finanziamento di 3 milioni di euro concesso dalla Città Metropolitana di Cagliari.
Al fine di non causare significativi punti di discontinuità paesaggistica e tenere in debita considerazione la necessità di uno sviluppo armonioso tra le opere oggetto di questo primo intervento e lo stato dei luoghi negli ambiti oggetto di futuro intervento, è stato ritenuto opportuno posticipare il potenziamento del polo sportivo a favore di ambiti più estesi del parco lineare. Il potenziamento dell’area sportiva esistente e l’ulteriore sviluppo del Parco Lineare  dovranno essere considerate da realizzarsi prioritariamente in sede di riutilizzo delle risorse derivanti da ribasso d’asta.


In questo articolo: