Il nuovo volto di Sant’Elia a Cagliari: stadio, porticciolo e mega parco con la nuova spiaggia

“La nuova spiaggia verde del quartiere costituirà una valida opportunità anche per decongestionare il Poetto”, spiega l’assessore all’Urbanistica Giorgio Angius, “offrendo, sull’esempio di altre città europee, un’alternativa erbosa alla frequentazione del mare”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Stadio nuovo, porticciolo e parco da 15 ettari con una nuova spiaggia che farà concorrenza al Poetto. Il piano è stato discusso nel corso di una delle ultime sedute della commissione Politiche del mare, dedicata alla riqualificazione della linea costiera che verrà realizzata nel tratto compreso tra la radice del molo di Levante del porto di Cagliari e quello che è il primo lotto del Parco degli Anelli.

Insistono su questa area altre due opere importanti destinate a stravolgere il rione: la realizzazione del nuovo porticciolo di Sant’Elia e l’approvazione del nuovo piano guida e della variante urbanistica riguardante per la realizzazione del nuovo stadio. Quest’ultimo è ripartito dopo i 50 milioni stanziati dal presidente della Regione Christian Solinas.

Col secondo lotto, si andrà a realizzare il parco interamente, che sarà di circa 15 ettari, compreso l’ettaro e mezzo che esiste già da qualche anno, ovvero quello del primo lotto. Quindi il parco degli anelli, in totale varrà 15 ettari.

Si tratta di un parco dove l’aspetto ludico-sportivo avrà un ruolo centrale e dove verranno realizzati piste ciclabili e campi da basket, oltre naturalmente alle aree giochi per i bambini. È prevista inoltre la realizzazione di una spiaggia, dove attualmente c’è il vecchio porticciolo, una spiaggia con della sabbia che dai prati del parco scende gradualmente verso il mare, dove la gente potrà fare il bagno. Verrà spostata l’attuale sede della cooperativa pescatori, che lavora tantissimi anni su un edificio molto vecchio di proprietà della regione, presso una nuova sede.

“Il parco degli anelli è una grande scommessa perché sarà uno dei più grandi parchi della città”, dichiara l’assessore all’Urbanistica e vicesindaco Giorgio Angius, “il dodicesimo, un parco libero, senza recinzioni, accessibile e attrezzato con molti servizi legati fondamentalmente allo sport e al tempo, che si propone anche come una spiaggia verde, come alternativa per decongestionare anche il Poetto, volendo dare, sull’esempio di altre città europee, un’alternativa erbosa alla frequentazione del mare, soprattutto perché nonostante i 7 km di arenile la frequentazione potenziale è molto superiore alla disponibilità degli spazi, ragion per cui sarebbe bene avere anche delle alternative per poterne fruire in maniera più gradita”.


In questo articolo: