Il mistero di Tore Angioni sparito da Sestu 4 anni fa: “Mai cercato davvero, trattato da scomparso di serie C”

Il fratello Giuseppe: “Rinnovo l’appello a chiunque sappia e possa darci qualche notizia utile”. Polemico il legale dei familiari Piscitelli: “E’ stato visto da decine di telecamere e mai fermato. E’ un “fantasma” dimenticato da tutti tranne che dai parenti disperati e da noi di Penelope”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Sono passati 4 anni dal giorno in cui mio fratello Tore è uscito di casa senza farci più ritorno. Rinnovo l’appello a chiunque sappia e possa darci qualche notizia utile, anche in forma anonima. Grazie”. L’appello è di Giuseppe Angioni, fratello di Salvatore Angioni, 51enne disoccupato di Sestu, scomparso dal 12 marzo 2020.
Il caso è stato raccontato da Chi l’Ha Visto, I Fatti Vostri, sui social e sui giornali online.
Qualche anno fa la sua presenza era stata segnalata in Calabria. Oggi a distanza di 4 anni anni, è polemica sulle ricerche. “ Che fine ha fatto Salvatore Angioni? Lo urliamo da sempre senza essere ascoltati”, dichiara Gianfrancesco Piscitelli, Presidente di Penelope Sardegna e legale della famiglia. “Ci siamo rivolti a tutti, abbiamo organizzato convegni e mandato pec al Commissario di Governo per le persone scomparse, al Prefetto di Cagliari, ai Carabinieri di Sestu. Ma nulla, neanche una risposta”, aggiunge “eppure il fratello Giuseppe Angioni è un caposquadra dei vigili del fuoco sempre presente ed attivo nelle ricerche di persone scomparse. Tore è uno dei tanto scomparsi “fantasmi” di cui non si sa più nulla, mai cercati seriamente e dimenticati da tutti tranne che dai parenti disperati e da noi di Penelope. La cosa di cui non mi capacito”, conclude, “è che è scomparso in pieno lockdown e per certo è stato visto e filmato da telecamere ma mai nessuno lo ha fermato per controlli, forse perché considerato un “tossico” e quindi di non interesse, perché è triste dirlo, Salvatore Angioni è uno scomparso di serie C, non è il caso di cercarlo. Chi dimentica cancella, noi non dimentichiamo”.
 Angioni si era allontanato dalla casa nella quale viveva insieme alla madre in via Scipione. Da quel momento non l’ha più visto nessuno. Al momento della scomparsa, indossava scarpe da tennis scure, pantaloni da tuta e un giubbotto di colore nero. È alto circa un metro e sessanta, è calvo e ha gli occhi verdi.


In questo articolo: