Il “mare della Trexenta”: riapre la piscina di Ortacesus

Tra le norme severe anti coronavirus, lo scetticismo dei clienti abituali e la preoccupazione del gestore, riapre la piscina all’aperto di Ortacesus, un vero e proprio punto di riferimento di tutti i paesi della Trexenta

Tra le norme severe anti coronavirus, lo scetticismo dei clienti abituali e la preoccupazione del gestore, riapre la piscina all’aperto di Ortacesus, un vero e proprio punto di riferimento di tutti i paesi della Trexenta e non solo. La “prima” è andata in onda ieri, per l’occasione, i gestori (al settimo anno consecutivo di attività) Luca Cardia e Assunta, hanno proposto l’ingresso gratuito per tutti, l’afflusso è stato buono, anche seguendo le rigide norme imposte dall’emergenza Covid – 19. Lo stesso Cardia, rileva alcune criticità verificatesi proprio all’inizio dell’attività: “Personalmente, non riesco a spiegarmi l’utilità della cuffia che i bagnanti devono usare obbligatoriamente quando entrano in piscina, la cui acqua è clorata secondo le norme, un altro problema riscontrato è quello della rilevazione della temperatura corporea dei clienti, durante i momenti di maggiore afflusso e con il caldo torrido che spesso riscontriamo dalle nostre parti, questo tipo di controllo può risultare problematico, infine, abbiamo avuto non pochi problemi ad impedire l’assembramento dei bimbi, in particolare di quelli al di sotto dei 5 anni, che tendono ad avvicinarsi tra di loro”.

L’apertura inaugurale è andata in scena nella massima sicurezza, sono state rispettate le misure di distanziamento previste, i lettini vengono sanificati ad ogni cambio, i frequentatori devono usare la mascherina per recarsi al bar o nei locali igienici, calcolando le distanze da rispettare, imposte per decreto, si stima che possano trovare posto all’interno della struttura, dalle 600 alle 700 persone. Luca Cardia, nonostante le prescrizioni anti coronavirus e le difficoltà iniziali, è al quanto ottimista e auspica un stagione buona, anche se le riduzioni imposte potrebbero causare una perdita del 50% tra clienti e personale, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tuttavia, l’incertezza che tutt’ora si fa largo tra le persone, per quanto riguarda la frequenza delle spiagge, potrebbe portare molte famiglie a frequentare la splendida location della piscina di Ortacesus, immersa in un parco verde e dotata di tutti i confort, una vera e propria alternativa al mare nel cuore della Trexenta.


In questo articolo: