Il mago Nandez e la favola di Faragò nel Cagliari incredibile in zona Champions League

Oltre al fuoriclasse Nainggolan, i tifosi dopo la vittoria che porta il Cagliari al quinto posto si commuovono per due storie bellissime. Su tutte quella di Faragò, che torna in campo dopo quasi sette mesi e una difficile operazione all’anca. Segna e scoppia a piangere di gioia sotto la curva Nord

Il mago Nandez e la favola di Faragò nel Cagliari incredibile in zona Champions League. Oltre al fuoriclasse Nainggolan, i tifosi dopo la vittoria che porta il Cagliari al quinto posto si commuovono per due storie bellissime. Su tutte quella di Faragò, che torna in campo dopo quasi sette mesi e una difficile operazione all’anca. Segna e scoppia a piangere di gioia sotto la curva Nord, la rete del due a zero contro la Spal che proietta i rossoblù verso posizioni da sogno, che ricordano quelle del Cagliari di Mazzone e Tabarez.

Poi il gigantesco nandez, che dopo un volo intercontinentale dall’Uruguay entra in campo lo stesso, autore di un’altra prova straordinaria di enorme coraggio. Il trottolino amoroso rossoblù, la “garra” che non finisce mai, la grinta e la rabbia di una squadra sempre affamata che non si arrende mai, neanche sui campi più difficili quest’anno. Poi c’è il Cholito Simeone che sfiora il gol c’è il portiere saracinesca Olsen che a Roma veniva sbeffeggiato dai tifosi e che a Cagliari sta dimostrando di essere uno semplicemente da Nazionale. Un Cagliari da sogno, che domenica a Torino si gioca chances davvero insperate, quelle che si chiamano Europa. Perchè non c’è ancora il nuovo stadio per l’Europa, ma Giulini quest’anno ha costruito una grande squadra.

jacopo.norfo@castedduonline.it

 


In questo articolo: