Il giallo di Giovanni Cogoni: prende quota la pista della fuga estera

Sempre più probabile l’ipotesi di un allontanamento volontario all’estero di Giovanni Cogoni, l’uomo scomparso da Quartu: ecco gli sviluppi delle indagini della Squadra Mobile

Allontanamento volontario all’estero. Dagli ambienti della Questura cagliaritana, non si esclude per ora anche questa pista: ma è ancora giallo e mistero sulla scomparsa da alcuni giorni del 52enne quartese, Giovanni Cogoni. Da un lato, il legale della famiglia, l’avvocato Gianfranco Piscitelli, ha chiesto ufficialmente lo “stop alle ricerche e alla diffusione di post sui social sul suo allontanamento”, per motivi di privacy nei confronti dei familiari, una sorta di silenzio insomma dopo il clamoroso sos lanciato su facebook sulla scomparsa.

Per ora la Squadra Mobile è sempre più certa escludendo ipotesi preoccupanti col fatto che “non ci sarebbero situazioni legate a vicende criminali”, nessun legame violento che possa in qualche modo ricondurre alla sua sparizione, ma bensì, sulla scomparsa del geometra, sarebbe sempre più probabile l’allontanamento volontario all’estero. Cogoni, sposato, con due figlie, lavora alla Saras con una ditta esterna: gli investigatori sono riusciti ad avere accesso al suo pc personale, ma per ora non ci sarebbero elementi ritenuti validi per avere notizie su dove si trovi in questo esattamente in questo momento. 


In questo articolo: