Il Cagliari verso Monza tra l’abbraccio dei tifosi e l’avviso di Ranieri: “In A con 37 punti, penso solo alla salvezza”

I rossoblù si allenano a porte aperte alla Domus, caricati da centinaia di tifosi. In duemila saranno presenti, sabato, nello stadio lombardo. Mister Ranieri: “Dieci partite, siamo al curvone finale. Quando siamo concentrati possiamo dire la nostra. Il mio futuro? Ho ancora un contratto per un anno”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il Cagliari si prepara alla sfida, importantissima, contro il Monza, in programma sabato pomeriggio nello stadio lombardo. In un giovedì con temperature decisamente primaverili, la squadra si è allenata alla Unipol Domus a porte aperte, sospinta e incoraggiata da tanti tifosi. Prima, però, ha parlato Claudio Ranieri, in una conferenza stampa che arriva a dieci giornate esatte dalla fine del campionato. Il Cagliari è fuori dalla zona retrocessione e ci deve obbligatoriamente restare: “Penso che la salvezza si raggiunga a 37 punti”, ha detto il mister. Al Cagliari ne mancherebbero quindi undici, ma meglio accumularne il più possibile. “Abbiamo analizzato la gara contro la Salernitana, abbiamo capito che non possiamo concederci quei minuti di disattenzione. Ho, però, apprezzato la reazione avuta. Non dobbiamo mai perdere la concentrazione, se siamo una squadra concentrata e determinata abbiamo buone possibilità di fare risultato e quindi salvarci: altrimenti non siamo a livello, ora non possiamo permettercelo. Siamo al termine del campionato, i passi falsi non sono più ammessi”.
“Veniamo da quattro risultati utili consecutivi, due pareggi e due vittorie: la strada è lunga, questi punti ci permettono di stare vivi, ci danno fiducia e consapevolezza. Adesso andremo a Monza, una squadra che sta giocando molto bene: hanno l’abilità e le qualità di cambiare sistema anche a partita in corso, dobbiamo essere bravi a leggere le loro situazioni. Contro il Genoa hanno fatto una grande prova. Noi, però, dobbiamo andare lì consci di poter fare male, facendo la nostra partita. Gli infortunati? Stanno tutti evolvendo al positivo, ma bisogna capire chi migliora e chi non conviene rischiare”. Mister Ranieri riconosce anche che “dopo le ultime partite è cresciuta in noi la consapevolezza di dover fare ognuno il suo, non fare di più per quanto pur sempre per il bene della squadra. Ognuno deve fare quello che sappiamo, altrimenti perdiamo la rotta e ci disuniamo. Questo, però, è stato un atto di estremo amore da parte dei ragazzi, voler fare di più per il bene del Cagliari. Anche questa volta avremo accanto a noi un pubblico straordinario: arriveranno in tanti anche a Monza, dobbiamo renderli orgogliosi e non deluderli. Non smetterò mai di ringraziare i nostri tifosi, sono incredibili. È anche grazie a loro se siamo saliti in serie A, l’ho sempre detto lo scorso anno”, prosegue il mister, “e solamente se continueranno a supportarci come stanno facendo rimarremo in serie A. Ci hanno dato sempre grande supporto, ci hanno saputo aspettare, se riusciremo a centrare la salvezza sarà merito di tutti”.


In questo articolo: