Il Cagliari in caduta libera: a Marassi nuova sconfitta contro la Samp

Ennesima prestazione deludente dei rossoblù, poco determinati e inconcludenti: i blucerchiati vincono 2-0

Nella settima giornata di ritorno, il Cagliari (che non vince da 6 gare) nell’anticipo giocato oggi alle 18,00  è uscito sconfitto nel match contro la Sampdoria di Mihajlovic. L’undici di Zola anche al Marassi ha disputato una gara a corrente alternata, giocando tutto sommato senza la giusta convinzione e concentrazione, creando soltanto qualche rara occasione da rete con Longo. Poi però su una palla inattiva è arrivato il gol di De Silvestri e la gara si è messa in salita per i rossoblù che si sono trovati in svantaggio. Il Cagliari ha provato a reagire con M’Poku (il migliore dei suoi), senza però riuscire a riequilibrare le sorti dell’incontro. Nella ripresa è arrivato il gol del ko con un bolide di Eto’o.

GLI SCHIERAMENTI. Gianfranco Zola ha riproposto lo schieramento ad albero di Natale con lo schema 4-3-2-1, con Brkic in porta; davanti a lui Gonzalez, Capuano, Rossettini e Avelar; sulla linea mediana Dessena, Crisetig e M’Poku; sulla trequarti Farias e Cossu; in avanti Longo. L’allenatore della Sampdoria Sinisa Mihajlovic, ha risposto col 4-3-3: con Viviano tra i pali; in difesa De Silvestri, Silvestre, Romagnoli e Regini; sulla linea di centrocampo Acquah, Palombo e Obiang; le punte sono Muriel, Eto’o e Eder. Ha diretto l’incontro l’arbitro Dino Tommasi della sezione di Bassano del Grappa.

PRIMO TEMPO. La Sampdoria è partita con grande determinazione e si è resa subito pericolosa su palla inattiva, liberando in area Romagnoli, che per fortuna era in netta posizione fuorigioco. Il Cagliari non è rimasto a guardare ed ha risposto con un tiro cross di Longo che ha attraversato lo specchio della porta difesa da Viviano, sfiorando la traversa. I padroni di casa hanno poi cercato di pressare, collezionando alcuni tiri dalla bandierina, ma la retroguardia rossoblù si è difesa senza problemi. I blucerchiati hanno provato a trovare la soluzione con tiri dalla distanza, terminati tutti ampiamente fuori dallo specchio. M’Poku ha fatto vedere di che pasta è fatto confezionando alcune belle giocate, non sfruttate dai compagni di reparto. A centrocampo alcuni giocatori hanno giocato con troppa sufficienza, sbagliando troppi passaggi elementari. Dopo il minuto 20 la gara si è accesa. Prima la Samp si è resa pericolosa con un cross basso e teso di Eder che ha attraversato lo specchio della porta. Poco dopo azione da gol del Cagliari: Avelar dalla sinistra ha fatto partire un cross per Longo che ha calciato di prima intenzione, ma Viviano si è superato con un prodigioso intervento. Sull’azione successiva fallo in area subito da Avelar, ma l’arbitro non se l’è sentita di fischiare il penalty. Al minuto 33, la Samp è passata in vantaggio: su azione d’angolo c’è stata un’incornata del difensore De Silvestri che si è infilata in rete, 1-0. I rossoblù hanno risposto con un tiro dalla distanza di M’Poku che ha sorvolato la traversa.  

SECONDO TEMPO. Nella ripresa la gara è iniziata sugli stessi binari del primo tempo: col Cagliari che ha provato a impostare il gioco e la Samp pronta a partire di rimessa. M’Poku con grande personalità ha provato a trascinare i suoi, ma le azioni nei primi 15’ di gioco sono state improduttive, anche perché i rossoblù sotto porta sono stati poco incisivi. Zola ha provato a cambiare modulo (4-4-2) facendo entrare un attaccante (Sau), al posto di un centrocampista (Dessena). Il Cagliari si è buttato in avanti in cerca del pareggio, ma la Samp si è resa pericolosa in contropiede con Obiang che ha calciato a botta sicura, ma Brkic gli ha negato la gioia del gol con una prodigiosa parata. Era il preludio al raddoppio che è arrivato al minuto 27 con una fucilata di Eto’o che si è infilata alle spalle di Brkic, 2-0. Ma è ancora la Samp a rendersi pericolosa con un gran tiro dal limite di Eder deviato in angolo dal portiere rossoblù. Espulso poi Avelar per doppia ammonizione e Cagliari in 10: piove sul bagnato.  Dopo questa ennesima sconfitta il Cagliari ha ormai un piede in serie B.

LE PAGELLE ROSSOBLÚ: Brkic 6; Gonzalez 5,5, Rossettini 6, Capuano 5,5, Avelar 5; Dessena 5 (st Sau 6), Crisetig 6 (st Husbauer 5), M’Poku 6,5, Farias 5, Cossu 5, Longo 6. All. Zola 5.

PROSSIMO TURNO. Il Cagliari giocherà Domenica 15 marzo al Sant’Elia contro l’Empoli; mentre la Sampdoria giocherà allo stadio Olimpico contro la Roma di Garcia.


In questo articolo: