Il Cagliari beffato al 92esimo dal Venezia: 1-1, pari amarissimo per i rossoblù

Il gol di Keita al 15esimo fa esplodere di gioia la Unipol Domus, il gelo arriva nei minuti di recupero con la rete veneta di Busio. I rossoblú ancora senza vittorie, la pausa arriva come una benedizione

Anche il Venezia brilla alla Unipol Domus. Ancora un pareggio interno del Cagliari, fermato in casa dal Venezia sull’1 a 1. Nel primo tempo è Keita a portare in vantaggio i rossoblù con una girata di testa, poi il Venezia reagisce e mette alle corde i ragazzi di Mazzarri, soprattutto nel secondo tempo. Il Cagliari cerca di metterci l’esperienza, i lagunari cuore e corsa e proprio al 92′, in pieno recupero, trovano il goal del pareggio con Busio che calcia verso Cragno e trova la deviazione di Caceres che mette fuori causa il portiere cagliaritano. Gelo per i settemila tifosi assiepati nelle gradinate della Unipol Domus, un nome che non sembra portare fortuna a quella che era la Sardegna Arena.

Mazzarri si sgola, si arrabbia, ma i temi sono sempre gli stessi: centrocampo ballerino, squadra che si abbassa e molti palloni persi nelle zone nevralgiche del campo. A parte il goal di Keita e la solita e generosa prestazione di Naitan Nandez, il Cagliari si mostra ancora una volta in tutta la sua sconcertante fragilità e anche i numeri descrivono una gara che il Venezia ha meritato di pareggiare, più tiri in porta, più tiri verso la porta, più possesso di palla e più precisione nei passaggi. I ragazzi di Zanetti non hanno rubato nulla, adesso la sosta e il 17 ottobre nuovamente in casa, arriva la Sampdoria. Speriamo che Mazzarri riesca a trovare soluzioni tattiche per una squadra che fatica e che dopo sette giornate è inesorabilmente al penultimo posto in classifica.