Il bellissimo concerto di Luna Pena nella grotta del Bue Marino a Dorgali: la bellezza dell’energia del mare

LA SARDEGNA PIU BELLA- Gianfranco Carboni racconta un concerto mai interrotto, con dentro tutta l’energia del mare, che affonda dentro la sconcertante bellezza, la grande bellezza del luogo. Stupendo ambiente. Stupenda musica. Stupendo pubblico. Stupendi colori.
E Lula Pena conclude il concerto con Non potho reposare

La mancanza di strumenti e luoghi adeguati per contrastare l’impossibilità di svolgere concerti musicali è una delle questioni che andrà risolta. Andrà risolta, cercando di fare tesoro dell’esperienza maturata in questi mesi funesti. La musica dal vivo, così come il turismo esperienziale che possiamo offrire nelle nostre terre sono essenziali per l’economia nazionale e regionale. Nelle città, come nei nostri paesi, come nei luoghi delle antiche tradizioni. Si tratta di inventarsi un modo di fare turismo, che lasci da parte le masse – non per snobismo intellettuale. La nuova frontiera è quella di piccoli gruppi che attraversano montagne, visitano la nostra archeologia, assaporando profumi, rumori, vento.
E questo è confermato dal concerto svoltosi in un luogo stupendo la Grotta del Bue Marino Dorgali. Un concerto mai interrotto, con dentro tutta l’energia del mare, che affonda dentro la sconcertante bellezza, la grande bellezza del luogo.
Stupendo ambiente. Stupenda musica. Stupendo pubblico. Stupendi colori. E, Lula Pena conclude il concerto con Non potho reposare, bis da Calagonone. Non è tutto ma è tanto.

In questo articolo: