Il Bastione di Cagliari tra vasi rotti e marmi distrutti: “Truzzu, attendiamo da un anno il restyling del monumento”

La terrazza panoramica immersa nel degrado con i primi turisti già in città. La denuncia dell’ambientalista Valerio Piga: “L’amministrazione che fa? Naturalmente dorme dopo che ha sparato l’ennesima annuncite, oltre un anno fa, quando il sindaco Truzzu aveva assicurato che sarebbe subito partito il restyling dell’intero monumento”

Il Bastione di Saint Remy a Cagliari continua ad essere avvolto dal degrado e dall’incuria. Fine marzo 2023, i primi turisti che già affollano le viuzze del centro storico di ritrovano davanti agli occhi una terrazza panoramica dove viene davvero voglia di alzare gli occhi al cielo per ammirare case e mare e non la devastazione. E arriva anche l’ennesima denuncia fotografica dell’ambientalista dei Difensori della natura, Valerio Piga: “Transenne, vasi rotti, palmette bonsai appena piantate secche, plexiglas deturpato, sedute in marmo distrutte, mura graffitate, lavori di ripristino mai realizzati, pavimento sporco. Questo è lo scenario che si presenta ai cittadini ed ai turisti, visitando lo storico monumento del Bastione di Saint Remy. L’amministrazione che fa? Naturalmente dorme dopo che ha sparato l’ennesima annuncite, oltre un anno fa, quando il sindaco Truzzu aveva assicurato che sarebbe subito partito il restyling dell’intero monumento”.


In questo articolo: