Ignazio Frailis, 45 anni: uccide a coltellate la vicina a Capoterra

L’ha aspettata al parco dove faceva jogging e l’ha ammazzata con undici coltellate. Un omicidio premeditato, une morte terribile: lui si chiama Ignazio Frailis, disoccupato di 45 anni, e pare che uno dei motivi scatenanti di questa follia sia stato il fastidio di un pappagallo

di Jacopo Norfo

L’ha aspettata al parco dove faceva jogging e l’ha ammazzata con undici coltellate. Un omicidio premeditato, une morte terribile: lui si chiama Ignazio Frailis, disoccupato di 45 anni, e pare che uno dei motivi scatenanti di questa follia sia stato il fastidio di un pappagallo. Il pappagallo di Maria Bonaria Contu, 57 anni di Capoterra, uccisa al parco di Santa Lucia in una tragedia che sconvolge non solo Capoterra. Sconvolge per la sua atrocità, per l’efferatezza con la quale è stato compiuto questo assurdo delitto. La donna che tenta di scappare, poi cade di schianto a terra sanguinante, e lui la colpisce ancora e ferisce anche l’amica che correva con lei. In pieno giorno, in pubblico. Chi conosce Ignazio Frailis non riesce a spiegarsi il perchè di questo raptus, era conosciuto come un ragazzo non violento, insospettabile. Originario del Piemonte, ma da anni residente a Capoterra insieme allo zio Dario Serra, insegnante di religione, che all’Unione Sarda ha dichiarato: “Ignazio non farebbe male a una mosca, è la persona più buona del mondo”. 

Una vita segnata, quella di Ignazio Frailis. Una vita spezzata, quella di Maria Bonaria Contu. Un orrore a Capoterra, in una delle storie di cronaca più cruente degli ultimi anni nel Cagliaritano. Amici e familiari della donna, sposata con due figlie, non riescono a darsi pace. In tanti sapevano di continui litigi tra i due vicini di casa, nessuno avrebbe mai immaginato un simile epilogo. 

[email protected]


In questo articolo: