Iglesias, Casapound attacca per quelle costose panchine e fioriere: “Quell’acquisto è un autogol”

“”L’acquisto di tali manufatti si è rivelato un grosso errore – afferma Luca Virdis, coordinatore di CasaPound Italia per l’Iglesiente – e soprattutto uno sperpero di denaro pubblico, poiché appena 4 giorni dopo essere stati posizionati nel centro città, la giunta comunale stessa li ha fatti rimuovere poiché non rispettavano il piano del centro storico”

CasaPound Italia Iglesias chiede delucidazioni alla giunta comunale riguardo alla cifra di 100 mila euro spesa per l’acquisto di panchine, fioriere e altri arredi per la riqualificazione urbana.

“L’acquisto di tali manufatti si è rivelato un grosso errore – afferma Luca Virdis, coordinatore di CasaPound Italia per l’Iglesiente – e soprattutto uno sperpero di denaro pubblico, poiché appena 4 giorni dopo essere stati posizionati nel centro città, la giunta comunale stessa li ha fatti rimuovere poiché non rispettavano il piano del centro storico che prevede il solo utilizzo di prodotti in pietra e metalli. Come è possibile che  il sindaco abbia dato il benestare a tale acquisto e posizionamento senza un’autorizzazione  paesaggistica? Ora la città si ritrova, grazie alla superficialità del consiglio comunale, con uno spreco di 100 mila euro che potevano essere usati per  risolvere altre problematiche specifiche come  il manto stradale che versa in condizioni pietose e soprattutto per migliorare una raccolta rifiuti porta a porta che fa acqua da tutte le parti  e ha trasformato gli stessi ospedali in vere e proprie discariche come da noi segnalato qualche mese fa. Fatto che implica probabilmente anche responsabilità erariale in capo ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, che necessariamente dovrà essere portata all’attenzione della Corte dei Conti.  Caro sindaco, CasaPound Italia e i cittadini iglesienti vogliono risposte”.


In questo articolo: