“I turisti arrivano al mercato e non possono mangiare, solo a Cagliari non riusciamo a valorizzare nulla”

Francesco Scaramuccia è uno dei macellai del mercato civico di San Benedetto: “Il 25 aprile c’è apertura straordinaria e non possiamo invogliare la gente a venire in nessun modo. Proponiamo primizie, ma potremmo fare molto di più. Negli ultimi tre anni solo promesse dal Comune”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

“Il venticinque aprile ci sarà un’apertura straordinaria del mercato, non possiamo manco offrire una grigliata di carne a chi viene perché non ci è permesso. Basterebbe anche una festa, un evento carino”. Così Francesco Scaramuccia, tra i macellai più famosi del mercato civico di San Benedetto. Niente area food “acchiappa-turisti”, se ne parla da tre anni ma, senza più un sindaco e una Giunta, tutto è rimandato, eventualmente, a chissà quando: “Ormai ne parliamo solo tra noi operatori, è chiaro che è una promessa non mantenuta, eravamo pronti ma, oggi, ci troviamo in una situazione dove di certo non c’è proprio nulla”, dice Scaramuccia.

“Dispiace soprattutto per i turisti che arrivano, sono abituati ad altre realtà come Firenze, Barcellona e Valencia. Molti chiedono se è possibile mangiare, noi allarghiamo le braccia e notiamo la tristezza nei loro volti. Assurdo, proponiamo tantissime primizie, potremmo fare molto ma molto di più, e invece il futuro rimane bloccato dentro chissà quale cassetto”.