I ragazzi e le ragazze del Cep: l’orgoglio di un quartiere rinato

Su Fb un gruppo che riunisce tutti i ricordi di vecchi e nuovi abitanti del Cep. La storia di un quartiere cresciuto in mezzo alle difficoltà, che oggi è rinato grazie alla forza di chi ha lottato per il sociale

Si chiama “I ragazzi e le ragazze del Cep”, e forse mai come questa volta una pagina sul social network ha davvero unito con orgoglio tante persone. La pagina di un quartiere nato in mezzo alle difficoltà, con la forza di averle superate: tutti quelli che sono cresciuti lì, tra via Archimede e via Flavio Gioia, stanno incollando pezzi del loro album di ricordi. Ci sono le piazzette, i portici, ci sono i primi due grattacieli ( che vedete in questa foto) che hanno cambiato per sempre lo skyline della città. Nessuno fa un cenno agli anni più grigi, quelli della droga, quando il Cep diventò uno dei quartieri più popolari della città. Forse perché oggi quel rione è diventato davvero un piccolo miracolo: è letteralmente rinato crescendo insieme alla forza di vecchi e nuovi abitanti.

Fateci caso: il Cep non è stato più al centro di notizie tristi, ma è anzi un esempio di come si possano realizzare servizi e animazione sociale nel migliore dei modi. Molto ha fatto lo sport: la palestra di via Talete sin dagli anni Ottanta avvicinò tanti ragazzi al Cep. Erano i tempi del Csm Basket, dell’Astro, con maestri di sport come Gianni Loi e Ermanno Iaci. Altrettanto ha fatto il lavoro della parrocchia, non a caso la Chiesa del Cep oggi è una delle più frequentate della città. Il Cep che rinasce è tutto lì, descritto magnificamente dai fotogrammi pubblicati da Rossano Piras e da molti altri residenti, che al Cep sono nati e cresciuti, hanno trovato gli amori della loro vita. E per essere dissacrante c’è chi ricorda gli aspetti più suggestivi: dal passaggio dell’arrotino (che in realtà si vede ancora da queste parti) ai professori delle scuole elementari e medie, che in tanti si erano dimenticati. Il gruppo Facebook dei “ragazzi e le ragazze del cep” è consultabile a questo indirizzo: https://www.facebook.com/groups/411512762318396/  . 


In questo articolo: