I Bus notturni a Cagliari: un servizio pubblico essenziale per tutti i cittadini, non solo per la “movida”

Dibattito aperto a Cagliari sui bus notturni e la loro estensione: chi ha davvero ragione?

Il CTM ha giustamente ampliato l’offerta dei propri servizi, compresi
gli orari notturni anche delle linee urbane, Lo ha fatto certamente
per venire incontro alle esigenze della generalità dei cittadini, non
solo per quelli che andando tutti i giorni nelle strade della ”
movida” hanno qualche grado in più nelle vene e quasi non si reggono
sulle proprie gambe.

Il ” Comitato bus notturni per Cagliari
Metropolitana ” – chi saranno mai ? – protesta e se la prende anche
con il Comune, capoluogo metropolitano, che non fa attivare il
servizio bus notturno totale, adducendo motivi di incolumità per chi
non sa regolarsi nell’alzare il “gomito”, sopratutto giovani e
giovanissimi, che eccedono anche in altre pratiche vietate e
perseguite a termine di legge. Oltretutto, sostengono in maniera
disinvolta quelli del Comitato ” il servizio notturno incentiva i
consumi nei locali “, dandosi evidentemente e inconsciamente la ” zappa sui piedi”.
Non leggono gli articoli, non vedono le immagini, non ascoltano gli
avvertimenti che ogni giorno vengono diffusi sui danni dei ” consumi”
nei confronti dei ” consumatori” ? Ecco,proprio per questo bene fa CTM
a limitare gli orari notturni e bene farebbe chi altro di competenza a
limitare e a vietare i facili ” consumi “.
Marcello Roberto Marchi


In questo articolo: