Hotel, palestra e beauty farm: sbloccato il mega progetto “Piscina Matzeu” a Sestu

Era stato bloccato dalla Regione nel 2012, per motivi di natura paesaggistica legati alla presenza di un uliveto e un’antica villa. Ma ora una sentenza del Tar ha ribaltato il provvedimento regionale. In un’area verde tra la vecchia e la nuova 131, in arrivo un complesso sportivo ricreativo con piscina semicoperta, locali per convegni, bar e ristoranti

Era stato bloccato dalla Regione nel 2012. Ma ora una sentenza del Tar ha ribaltato il provvedimento regionale, ridando gambe al maxi progetto turistico e sportivo “Piscina Matzeu” a Sestu. L’intervento, della società privata Castle, consiste nella realizzazione, in un’area verde tra la vecchia e la nuova 131 tra Sestu e Elmas, di un complesso sportivo ricreativo con palestra, piscina semicoperta, beauty farm, locali per convegni, bar, ristoranti, uffici ed una foresteria in grado di ospitare squadre agonistiche, per esempio durante i ritiri pre-partita.

Gli spazi all’aperto saranno attrezzati con attrezzature per lo sport ed il tempo libero, verde e parcheggi.

Prevista la realizzazione di 3 edifici isolati (altezza massima 6,50 m) di 2 piani fuori terra. Un terzo edificio che potrà essere destinato alle attività di fitness, è pensato completamente trasparente (una serra).

Le riserve della Regione, tutte di carattere paesaggistico, riguardavano l’uliveto della zona e la presenza di un’antica dimora (villa Asquer) della zona tutelata dalla Sovrintendenza. Ma i giudici amministrativi hanno ribaltato la decisione della Regione e dato un sostanziale via libera al progetto.

 

 


In questo articolo: