Ha ucciso la moglie a martellate, condannato a quattordici anni

Ignazio Pitzianti, 90 anni, aveva scelto il rito abbreviato. Oggi la sentenza.

Quattordici anni di reclusione sono stati inflitti al novantenne che lo scorso 3 febbraio a Dolianova, in provincia di Cagliari, aveva ucciso a martellate la moglie di 87 anni.

Pinuccia Boi era stata letteralmente massacrata: per lei non c’è stata alcuna possibilità di sopravvivvere, i colpi erano stati sferrati con estrema violenza, provocando ferite  ed emorragie interne gravissime.

Oggi il gup del tribunale di Cagliari Giuseppe Pintori ha condannato, al termine del processo celebrato con rito abbreviato, Ignazio Pitzianti. L’uomo, dopo avere ucciso la moglie aveva poi cercato di suicidarsi con il gas. L’anziano era stato salvato dall’arrivo della figlia e poi arrestato dai carabinieri.


In questo articolo: