Guspini, lo storico hotel Sa Rocca dal fallimento all’asta: 2,8 milioni con piscine e ristorante immersi nel verde

Un’altra struttura finita ko, alla faccia della Sardegna turistica. Il complesso ai bordi della Statale 196 pronto ad andare al miglior offerente che dovrà poi ottenere certificato di agibilità e certificazioni antincendio. Offerta minima di 2,1 milioni, la verità sul destino del complesso ricettivo a fine maggio


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Lo storico hotel Sa Rocca di Guspini finisce all’asta, dopo il fallimento di ottobre dell’anno scorso: la struttura è aperta ma i numeri del passato sono solo un lontano ricordo. E così, con tanto di documento ufficiale del tribunale, via alla possibile asta per aggiudicarsi ristorante, pizzeria, palestra, pista da bowling, piscine e parcheggi su 4mila metri quadri immersi nel verde, oltre ovviamente ai tre piani dell’albergo: in quello seminterrato c’è la beauty farm, al piano terra ristorante con sala ricevimento e sala congressi, al primo le suites e le camere. Prezzo base di 2,8 milioni, ma se ci sarà un unico imprenditore possono bastare anche 2,1 milioni. In caso di “sfida”, rilanci minimi di settantamila euro. La struttura, stando a quanto trapela dai curatori fallimentari, è comunque in buono stato. Ci sono però, carte alla mano, degli abusi da sanare e, soprattutto, l’intero complesso non è dotato del certificato di agibilità e le certificazioni antincendio risultano scadute.
Il Sa Rocca è attualmente dato in gestione in affitto, in caso di vendita gli attuali gestori leveranno subito le tende. Negli anni d’oro tantissimi sono stati i matrimoni e gli eventi celebrati al piano terra dell’albergo, poi sono sopraggiunte crisi e altri problemi che hanno portato al fallimento. Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio di uno dei curatori, Efisio Mereu o Cristina Bachis, entro le 13 del 24 maggio 2024.


In questo articolo: