Guida turistica, sospesi gli esami regionali qualificanti

In Sardegna gli esami, che sarebbero dovuti essere banditi proprio quest’anno ma sono stati di
fatto sospesi perché a breve la competenza sul turismo sarà di spettanza esclusiva del Governo
attraverso il Ministero del Turismo

di Sergio Atzeni
Sospesi gli esami regionali per il conseguimento della qualifica di “Guida Turistica” – Diventare
guida turistica anche per chi non aveva una laurea era prima possibile dopo aver frequentato un
corso presso associazioni autorizzate e superato un esame bandito dalla Regione di norma ogni
due anni.
In Sardegna gli esami, che sarebbero dovuti essere banditi proprio quest’anno ma sono stati di
fatto sospesi perché a breve la competenza sul turismo sarà di spettanza esclusiva del Governo
attraverso il Ministero del Turismo.
Questo nonostante quel Ministero sia stato abrogato con referendum dagli italiani nel 1993: le
solite “cose” italiane. Ciò significa che fino a quando non sarà emanata una normativa specifica
sulle professioni turistiche a livello nazionale, saranno sospesi tutti gli esami regionali per il
conseguimento di ogni qualifica professionale. Mentre potranno ottenere l’iscrizione ai registri a
Guida Turistica (Gt) e guida Ambientale Escursionista (Gae) solo coloro che frequenteranno il
corso prescritto e siano in possesso di laurea (triennale), in materie turistiche, umanistiche e
storico-artistiche ed architettoniche per le prime e laurea in materie biologiche e naturali,
ambientali, geologiche, agrarie e forestali per le seconde.
Si teme che questa sospensione causerà una fase di stallo per tutto il settore turistico dovuta alla
necessità di far uniformare tutte le Regioni alla nuova normativa. Una Regione come la Sardegna
che dovrebbe puntare sul turismo dovrà sottostare a disposizioni che arriveranno dall’alto. Un
film già visto e con il finale prevedibile”.