Grillini, sprint Rilla-Piredda per la leadership. Ma spunta Grauso

Il Movimento 5 Stelle al bivio per la scelta del candidato sindaco a Cagliari: grande favorito l’ex magistrato Alberto Rilla. Ma spunta una clamorosa ipotesi che porta al nome di Niky Grauso

Grillini in campo a Cagliari. Il Movimento 5 Stelle al bivio delle prossime elezioni comunali, e spuntano i primi nomi dei possibili candidati a sindaco. Il nome più gettonato nei meet up è infatti quello dell’ex magistrato Alberto Rilla, “ribelle” per eccellenza, molto brillante e combattivo anche sui social network. Lo stesso Rilla nei gruppi a 5 Stelle si definisce così: “Ex magistrato, giurista rompicoglioni e precisino fanatico dei diritti civili e della difesa della Costituzione. Nel M5S per il desiderio di fare qualcosa per la collettività fuori dalle logiche dei partiti. Per tanto tempo non ho voluto partecipare a riunioni 5 stelle perché da mesi tutto si trascinava in risse e contrapposizioni. Ieri sono stato al Meetup e ho apprezzato molto la concretezza, la costruttività e la preparazione su una tematica complessa come quella delle servitù militari e problemi annessi e connessi (uranio impoverito e dintorni). Pienamente soddisfatto”.

Alberto Rilla dunque pienamente in campo, e gettonatissimo per la scelta del candidato sindaco. Magistrato che nella sua carriera subì l’onta di un trasferimento a Reggio Calabria, entrando in rotta di collisione col “potere”. La seconda ipotesi, che sembra però ormai svanita, porta al nome di Ornella Piredda. Sarebbe stata la candidata a sindaco grillina perfetta: si tratta infatti della testimone che ha fatto scattare l’inchiesta sui fondi ai gruppi in consiglio regionale. Ma ultimamente la Piredda sembra essere uscita dal Movimento, dopo una serie di accuse e contro accuse. A Cagliari serve un candidato conosciuto, meno praticabile l’idea di lanciare un giovane da zero. Tutto dipenderà dalle ambizioni e dalla situazione del gruppo, che alle scorse regionali si era spaccato impedendo la presentazione di una lista.

C’è poi una terza clamorosa ipotesi che circola in queste ore, che si intreccia proprio con quella di Alberto Rilla. L’ex magistrato è stato per tanti anni grande amico di quello che potrebbe essere il candidato sindaco in grado di sbaragliare le carte. Vale a dire l’ex editore Nicola Grauso. Che in politica entrò nei primi anni Novanta col Nuovo Movimento, che impersonificava gli stessi ideali dei 5 Stelle, e che avrebbe idee e appeal perfetti per diventare il candidato a sindaco di Grillo a Cagliari, con possibilità incalcolabili di vittoria. Da sempre critico sia verso il centrodestra, sia verso un certo modo di pensare del Pd. Grauso, che ha rivitalizzato Villanova ristrutturando decine di appartamenti  trasformando via Sulis nel gioiello del centro, avrebbe grandissime chances. L’ex editore accetterebbe? Forse si, forse no. Se sì, potrebbe mettere in campo una grande forza anche a livello economico. C’è poi un’ultima incognita: la discesa in campo di Piergiorgio Massidda, alla guida di un polo civico fuori dai partiti. Massidda contro i partiti, esattamente come il Movimento 5 Stelle. I grillini presenteranno una lista per vincere, oppure  si limiteranno a partecipare? In questo rebus stanno anche le possibilità di vittoria di Massidda, che con un ipotetico 22 per cento andrebbe al ballottaggio contro il centrosinistra.  La scelta grillina potrebbe arrivare ancora una volta attraverso un forum in Rete.


In questo articolo: