Gonnesa, sensazionale scoperta subacquea nei fondali di Plag’e Mesu

Due pescatori di Vallermosa, impegnati in una battuta di pesca hanno trovato una pietra scolpita di vecchia data

Uno strano oggetto in pietra scolpita è stato trovato nei giorni scorsi nelle acque di Gonnesa da due fratelli di Vallermosa: S.C. di 48 anni e M.C. di 42 anni, muratori, appassionati di pesca subacquea. I due avevano deciso di andare a fare una battuta di pesca subacquea a Plag’e Mesu, lungo la costa sud occidentale della Sardegna. Una grande spiaggia dotata di sabbia bianca a grani medi, che si affaccia in un mare cristallino. Ha un fondale di media profondità sabbioso, con la presenza in alcuni tratti di scogli e rocce. Arrivati sul posto i due sub, si sono immersi con le loro maschere ad una profondità di circa 5 metri ed hanno trovato, semi sommerso nella sabbia, questo strano oggetto presumibilmente di vecchia data, che non sono riusciti a identificare. Apparentemente sembra una colonna in pietra scolpita. La parola agli esperti.