Gonnesa, ordinanza del sindaco: l’acqua della rete non è potabile

Il primo cittadino, Pietro Cocco, dispone il divieto di utilizzo dell’acqua per usi alimentari 

 

E’ allarme a Gonnesa: dalle analisi effettuate dall’Asl n. 7, dipartimento di prevenzione, servizio igiene alimenti e nutrizione, sul campione d’acqua prelevato in data 29 luglio 2015, presso il punto idrico sito in corso Matteotti, l’acqua in distribuzione nel comune di Gonnesa è risultata non conforme agli standard di qualità previsti dalla legge. Il motivo dovuto al superamento del parametro “Thm” (trialometano), in altre parole è risultata eccessiva la presenza del composto disinfettante presente nell’acqua.  Di conseguenza il sindaco Pietro Cocco, con un’ordinanza del 31 luglio 2015 dispone il divieto di utilizzo dell’acqua in distribuzione nel comune di Gonnesa per usi potabili ed alimentari. Nella stessa ordinanza, il primo cittadino informa che «sono stati disposti nuovi urgenti controlli da parte dell’Asl n. 7 e da parte di Abbanoa, al fine di verificare l’idoneità d’uso delle acque destinate al consumo umano, in uscita dal serbatoio comunale. E che non appena disponibili i risultati delle nuove analisi, si provvederà ad informare tempestivamente i cittadini».


In questo articolo: