Golfo di Quartu, lo scempio della spazzatura dopo il Poetto Fest: la protesta dei residenti

“Cittadini di Quartu e non: questo è il grado di civiltà? Sbraitate contro l’amministrazione e gettate la spazzatura per strada, marciate con Greta e riempite il nostro mare delle vostre immondizie. Avrete anche festeggiato il 1 maggio mentre i dipendenti di Devizia raccoglievano la vostra spazzatura…”. GUARDATE LE FOTO

Golfo di Quartu, lo scempio della spazzatura dopo il Poetto Fest: la protesta dei residenti. Su Fb lo sfogo di Pietro Pontis: “La via Golfo di Quartu, dopo la manifestazione Poetto Fest, era invasa dalla spazzatura. Ben vengano le manifestazioni ma NO allo scempio.
L’immondizia era ovunque: nella pista ciclabile, nella pineta, sui muretti, nella passeggiata, sulla spiaggia, ecc. Ovunque!
Mi chiedo perché coloro che autorizzano, quelli che hanno il disco rotto: “non ci sono uomini e non ci sono risorse” e che, quindi, lasciano il campo ai maleducati e incivili, non obblighino gli organizzatori a sostenere i costi per un servizio di vigilanza privato che inizi 500 metri prima e termini 500 metri dopo il sito, a far posizionare cassonetti e servizi igienici in quantità adeguata sullo stesso tratto?
Infine”, cittadini di Quartu e non: questo è il grado di civiltà? Sbraitate contro l’amministrazione e gettate la spazzatura per strada, marciate con Greta e riempite il nostro mare delle vostre immondizie. Avrete anche festeggiato il 1 maggio mentre i dipendenti di Devizia raccoglievano la vostra spazzatura”. 


In questo articolo: