Godin lascia il Cagliari, veleno contro i dirigenti rossoblù nella lettera d’addio ai tifosi

Risoluzione del contratto, il difensore uruguayano lascia la Sardegna. Lettera ai tifosi: “Alcuni dirigenti del club, ingiustificatamente e volendo nascondere il vero problema, che sono essi stessi, hanno messo in discussione la mia professionalità, il mio impegno e il rispetto per questa maglia”

Il Cagliari Calcio comunica di avere raggiunto un accordo per la risoluzione consensuale del contratto con il calciatore Diego Godin. Nell’Isola dal settembre 2020, ha esordito in maglia rossoblù nella gara esterna contro l’Atalanta, giocata il 4 ottobre, segnando una rete. Godin ha contribuito al raggiungimento dei risultati di squadra: lascia il Cagliari dopo aver totalizzato 40 presenze.

Il Club gli augura il meglio per il proseguo della sua carriera.

E Godin nel proprio profilo Instagram ha scritto una lettera ai tifosi rossoblù. Un passaggio è particolarmente polemico:

“Scrivo queste parole per salutarvi. Provo una grande tristezza per come si è trasformato il mio rapporto con alcune persone nel club, e chi mi conosce sa che il rispetto, la dedizione e i valori personali sono per i miei pilastri fondamentali. Ecco perché è il momento di dire addio. Alcuni dirigenti del club, ingiustificatamente e volendo nascondere il vero problema, che sono essi stessi, hanno messo in discussione la mia professionalità, il mio impegno e il rispetto per questa maglia. Avevo accettato di fare uno sforzo per alleviare le casse del club”.


In questo articolo: