“Giustizia per Mattia Ennas: morì dopo il furto del cellulare, rapinato come quei ragazzi ieri notte al Poetto”

Curiose analogie. Ieri notte alcuni ragazzi cagliaritani sono stati aggrediti e picchiati al Poetto, con il furto dei cellulari. La stessa sorte che toccò quasi un anno fa a Mattia Ennas. Oggi l’avvocato Gianfranco Piscitelli chiede nuovamente giustizia: “Perché queste aggressioni per rapinare i costosi cellulari sono così regolari e ripetitive e perpetrate da gente senza scrupoli? Chiunque sa o ha informazioni su Mattia Ennas, anche in modo anonimo, contatti le Forze dellOrdine oppure me”

Curiose analogie. Ieri notte alcuni ragazzi cagliaritani sono stati aggrediti e picchiati al Poetto, con il furto dei cellulari. La stessa sorte che toccò quasi un anno fa a Mattia Ennas. Oggi l’avvocato Gianfranco Piscitelli chiede nuovamente giustizia: “Il 25 agosto 2019, quasi un anno fa dopo il furto/rapina del suo cellulare al Poetto di Quartu, sulla spiaggia antistante un noto locale, in circostanze misteriose ancora in fase di indagine penale per omicidio, perdeva la vita Mattia Ennas poco più che 18 enne…. Mattia era andato incontro alla morte cercando di recuperare il suo Iphone….. nei giorni precedenti, con le prime serate estive, sin dal mese di giugno, altre aggressioni erano avvenute sempre per rapinare cellulari nella stessa zona. Ieri notte, stesso episodio con due giovani ricoverati in gravi condizioni. I nostri ragazzi non sono al sicuro, criminali organizzati in questo genere di rapine, spadroneggiano “indisturbati” sul litorale Poetto sino a Quartu, meta delle serate estive dei nostri figli. Dove finisce il bottino di queste rapine, esiste a Cagliari un centro di ricettazione specifica? Mattia Ennas seguiva una pista, aveva informazioni che lo hanno portato alla morte? Seguendo il suo Iphone è arrivato nel posto sbagliato al momento sbagliato? Perché queste aggressioni per rapinare i costosi cellulari sono così regolari e ripetitive e perpetrate da gente senza scrupoli? Ma non è quindi vero che questi nuovi costosi cellulari non possono più essere utilizzati dopo il furto? O la criminalità cagliaritana ha delle conoscenze elettroniche per renderli utilizzabili?
Chiunque sa o ha informazioni, anche in modo anonimo, contatti le Forze dellOrdine, la stampa o anche me, sono facilmente rintracciabile su FB. Aiutateci a rendere sicure le vostre uscite serali, quelle dei nostri congiunti, ad evitare nuove tragedie”, spiega l’avvocato Gianfranco Piscitelli, specializzato nelle indagini più delicate, in particolare sui delitti e sulle persone scomparse. 

jacopo.norfo@castedduonline.it


In questo articolo: