Gite proibite a Castiadas per Pasquetta, sanzionate 10 persone

Sanzionati 6 giovani a Monte Turnu e sanzionate altre 4 persone in località “Annunziata”

È stato più forte di loro, a Pasquetta sono andati in spiaggia per una gita fuori porta. Ieri attorno a mezzogiorno a Castiadas, nel corso di un servizio opportunamente disposto, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di San Vito hanno segnalato alla Prefettura di Cagliari 6 ragazzi, con contestuale contestazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 400 euro pro capite. I giovani sono stati sorpresi in località Monte Turnu a godersi in spiaggia la bella giornata di sole. Tra l’altro non erano neppure del posto: tre erano di Cagliari (38, 19, e 28 anni), uno di Quartu (23 anni), uno di Senorbì (38 anni) e uno di Decimoputzu (33 anni). La sanzione si giustifica dunque anche in relazione al fatto che essi si erano allontanati dalla residenza in costanza di zona rossa e senza poter vantare di possedere un’abitazione a Castiadas.

Sempre a Castiadas, evidentemente molto attrattiva, qualche ora prima attorno alle ore 01,15, i carabinieri della locale Stazione avevano trovato in località “Annunziata” altri quattro “trasfertisti” che viaggiavano su un Transporter Volkswagen: un 53enne di Senorbì, un 45enne di Cagliari (con precedenti di polizia), un 57enne di Settimo San Pietro (con precedenti di polizia) e un 50enne di Iglesias. Hanno dichiarato di essersi persi nel rientrare da una cena a casa di amici, dei quali naturalmente non hanno voluto svelare l’identità. È stata naturalmente applicata loro la solita sanziona da 400 euro, ma i due sono stati anche denunciati alla Procura di Cagliari per il porto di un coltello di genere proibito, una “pattadese” per ciascuno, rispettivamente di 21 e 28 cm. Gli oggetti sono stati sequestrati.


In questo articolo: