Giornata del Ringraziamento, grande successo a Cagliari e Dolianova

Momento  significativo per la Chiesa italiana che ha proposto, anche nella nostra regione, una “occasione  annuale per i doni della terra e del lavoro dell’uomo”, ma anche per “riflettere sulle tematiche inerenti il comparto agricolo”

Si è svolta lo scorso weekend la 65’esima Giornata nazionale del ringraziamento. Momento  significativo per la Chiesa italiana che ha proposto, anche nella nostra regione, una “occasione  annuale per i doni della terra e del lavoro dell’uomo”, ma anche per “riflettere sulle tematiche inerenti il comparto agricolo”.
Da sabato 14 Novembre nel SEMINARIO DIOCESANO di Cagliari si è svolta la prima giornata di studio per parlare anche dei “problemi sociali e del lavoro”. Ad inaugurare la sue giorni di appuntamenti, l’arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio. Presenti, nell’aula magna del Seminario di via Cogoni, anche il sindaco Massimo Zedda e il presidente della Regione sarda Francesco Pigliaru.
 È intervenuto anche Monsignor Fabiano Longoni, Direttore dell’Ufficio Nazionale CEI e Maurizio Teani, Preside della Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna. Gli interventi si sono concentrati, nel rispetto del titolo dell’evento (“I doni della terra e del lavoro dell’uomo”), sul 
“Suolo, la finanza e l’ordine naturale delle cose” tra “EQUILIBRI IMPOSSIBILI DI UN’ANOMALIA DEL NOSTRO TEMPO”. Interessante in tal senso l’intervento del professor Simone Vieri, dell’Università La Sapienza di Roma.
La tavola rotonda, moderata da 
Francesco Birocchi, Presidente dell’ordine dei giornalisti della Sardegna, ha visto un susseguirsi di interventi di numerose associazioni tra le quali Acli Terra, Coldiretti, Fai Cisl, Feder. Agri, Mcl, Ugc Cisl. 
Nel pomeriggio il PELLEGRINAGGIO, che da Piazza Giovanni XXIII ha vissuto un momento di sosta in Piazza San  Cosma e Damiano, davanti al tempio sacro di San Saturnino per proseguire poi – con le Confraternite – sono al Santuario mariano di Bonaria.
La giornata di riflessione e di dialogo ha proseguito, con una serie di incontri, anche  DOMENICA 15 NOVEMBRE a Dolianova. Località, questa, che ha tanto da raccontare sulla coltivazione della terra e la produzione dell’olio da una pinta-simbolo preziosissima. L’incantevole cornice della Chiesa di San PANTALEO ha accolto la celebrazione eucaristica alle ore  11 e l’ANGELUS di mezzogiorno con la benedizione degli agricoltori. Ma anche delle macchine agricole, parcheggiate nel sagrato della chiesa. 
L’occasione della Giornata nazionale del ringraziamento, celebrata quest’anno tra Cagliari e Dolianova, è stata una  opportunità che ha stimolato le comunità locali, a partire da quanti  che la amministrano, verso un crescente impegno in questo ambito. Per valorizzare i doni della terra, e il lavoro dell’uomo. Forse ne gioverà anche la riscoperta degli usi dei campi agricoli, delle tradizioni ad essi legate. In una cultura, quella sarda, che storicamente ha tratto benefici primari dal suolo. Facendolo sapientemente germogliare. 
 
Marcello Polastri 
 
Foto di: Furio e Mattia Casini.