Giorgia Meloni a Sant’Elia, gli abitanti: “Qui viviamo nella m… più totale”

Slalom tra buche, pozzanghere e fogne a cielo aperto per la leader Fdi nel rione cagliaritano. “Gli abitanti sono spaventati”, ha dichiarato la Meloni, “temono che possa essere una scusa per allontanarli per sempre. Vanno lasciati qui anche durante i lavori”

“Siamo il quartiere più bello della città, ma qui viviamo nelle merda più totale”. Così Billo Vistosu presenta il quartiere di Sant’Elia a Giorgia Meloni, leader nazionale Fdi, oggi in città per la campagna elettorale in vista del 4 marzo. Accompagnata dal consigliere regionale Paolo Truzzu , dal portavoce Salvatore Deidda e da un gruppo di residenti capeggiati da “Billo” la Meloni ha fatto lo slamlom tra le buche, le pozzanghere e le fogne a cielo aperto del rione.

Gli abitanti hanno lamentato le condizioni del quartiere e raccontato le paure che accompagnano l’imminente progetto di riqualificazione, nella parte che prevede il trasferimento degli abitanti, durante i lavori, in altri centri dell’hinterland.

“Qui a Sant’Elia viviamo nella merda più totale”, ha detto Vistosu alla Meloni, “”nessuno di Sant’Elia lavora nelle opere pubbliche di questo quartiere e i politici ci considerano gente di scarto”

La leader Fdi ha spiegato il programma di rigenerazione urbana delle periferie proposto dal partito e poi si è concentrata sul progetto di riqualificazione del rione cagliaritano avanzato da Area.

“Gli abitanti sono spaventati”, ha dichiarato la Meloni, “questo è uno dei posti più belli. I cittadini temono che possa essere una scusa per allontanarli definitivamente da quello che è uno dei rioni migliori della città, La soluzione proposta da “Billo” e cioè restaura e sposta gli abitanti nel rione stesso, va benissimo”


In questo articolo: