Giardini Pubblici, la lettera di un nonno: “Festicciole senza mascherine mentre il chiosco bar resta chiuso”

La lettera aperta di Mariano, nonno cagliaritano: “I partecipanti e i frequentatori, rimangono tranquillamente seduti lungo i muretti di confine, tutti addossati, senza mascherine, con bambini in gruppo, non rispettando alcuna normativa in vigore!!!
Addirittura alcuni hanno portato delle tovaglie, utilizzando i muretti come tavoli, e assembrando gli ospiti per i festeggiamenti”

Sono un Nonno, assiduo frequentatore dei Giardini Pubblici di Cagliari. Chiaramente con lo scopo di accompagnare i miei nipoti per stare all’aria aperta.
Ho sempre frequentato il CHIOSCO-BAR, utilizzando la cortesia e gentilezza dei proprietari, occupando un tavolino per passare la mattinata leggendo.
 
Purtroppo da quando è stato riaperto, dopo 80 gg. di chiusura, ho richiesto ai proprietari, come mai non ci fossero più disponibili i tavoli,,(CHIARAMENTE A DISTANZA PREVISTA)
 
Mi è stato risposto che nonostante tutta la documentazione presentata, non hanno avuto alcuna risposta ( NEGATIVA o POSITIVA ) per poter riprendere a lavorare…….
E’ possibile offrire esclusivamente le consumazioni solo d’ASPORTO.
 
Nel periodo estivo, gli spazi dei tavolini… erano anche utilizzati per  organizzare festicciole di Bambini e non solo….. E purtroppo adesso non è più possibile farlo regolarmente!!!
 
Se tutto fosse così….. x tutti…. non ci sarebbe altro da fare che attendere gli eventi !!!!
Invece i frequentatori,, utilizzano tranquillamente gli spazi anche quello in concessione al CHIOSCO _BAR, per creare piccoli eventi con festicciole etc.
Chiaramente  con la conseguenza del mancato introito da parte dei proprietari.. per recuperare le spese che comunque sono sempre costanti.
A tale scopo, ho scattato alcune foto.. che vi  allego a seguire, nelle quali si può OSSERVARE  che i partecipanti e i frequentatori, rimangono tranquillamente seduti lungo i muretti di confine, tutti addossati, senza mascherine, con bambini in gruppo, non rispettando alcuna normativa in vigore!!!
Addirittura alcuni hanno portato delle tovaglie, utilizzando i muretti come tavoli, e assembrando gli ospiti per i festeggiamenti.
 
A questo punto mi chiedo??: ma non sarebbe stato più utile, autorizzare  l’attività del Chiosco-Bar, facendo rispettare le disposizioni attuali???
Sono certo che se loro STESSI,  avessero organizzato volontariamente e indipendentemente dalle autorizzazioni comunali……. ad oggi sarebbero già intervenuti i Vigili Urbani,  compilando i Verbali e sicuramente Multando i proprietari per aver disatteso le disposizioni!!!
 
Non sapendo a chi rivolgermi…. se al Verde Pubblico?? all’Assessorato al Turismo ??o chi altro, ho pensato a Voi.. informandoVi, con l’auspicio di evidenziare queste situazioni, con il fine di sollecitare l’istituzione competente,, di mettere in condizioni di
LAVORARE LEGALMENTE… che da questo lavoro VIVE !!!
Grazie.
Mariano.
Foto d’archivio

In questo articolo: