L’Isola piange Gianfranco Fara: “Uomo simbolo dello sport in Sardegna”

Biancareddu: “Le varie attività realizzate hanno evidenziato quanto fosse sempre forte la sua voglia di sostenere le nuove generazioni. Coccolava in egual misura sia gli atleti che le Federazioni. Si è sempre dedicato alla valorizzazione dello sport con tanta passione, energia e professionalità. Il mondo dello sport isolano gli è riconoscente per tutto quello fatto e per i successi raggiunti”

Tutta la politica sarda piange Gianfranco Fara. Mi dispiace molto. Gianfranco Fara era il volto irriverente e vulcanico dello sport a Cagliari e in Sardegna. Ci avevo chiacchierato appena qualche giorno fa e il suo entusiasmo era come sempre contagioso”.

Queste le parole di cordoglio che il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu ha voluto dedicare a Fara, morto improvvisamente a casa sua nel pomeriggio di oggi all’età di 82 anni. Già al quarto mandato della presidenza CONI, per lui anche un’esperienza importante nel basket sardo di cui divenne uno di massimi dirigenti.

“Una vita quella di Gianfranco Fara, tutta dedicata allo sport. Con lui sono cresciute generazioni di sportivi”.

Per tutto il mondo dello Sport è una perdita gravissima che lascia parole ma soprattutto lascia senza una guida sicura come solo lui sapeva fare, il CONI regionale. Lo ha sottolineato l’Assessore regionale dello Sport, Andrea Biancareddu, commentando la scomparsa di Fara. “Con lui – ha detto ancora l’esponente della Giunta Solinas –  avevamo appena portato a termine la settima Conferenza Regionale dello Sport dove avevamo messo in evidenza tutta una serie di progetti e di iniziative per il rilancio della pratica sportiva e delle discipline sportive meno conosciute. E’ sempre stato un uomo simbolo dello sport in Sardegna, un grande esempio, un caro amico. Insieme a lui abbiamo realizzato numerosi progetti. E tanti altri messi in cantiere. Le varie attività realizzate congiuntamente, anche nell’ultima Conferenza Regionale dello Sport, hanno evidenziato quanto fosse sempre forte la sua voglia di sostenere le nuove generazioni. Coccolava in egual misura sia gli atleti che le Federazioni. Si è sempre dedicato alla valorizzazione dello sport con tanta passione, energia e professionalità. Il mondo dello sport isolano gli è riconoscente per tutto quello fatto e per i successi raggiunti. “


In questo articolo: