“Scoppia un tubo del gas a Escalaplano, casa in fiamme: 90enne disabile e la figlia salve per miracolo”

Notte di terrore all’ingresso del paese, in via Speranza. Il racconto di Gigliola Congiu: “Un forte boato e poi l’incendio. Mia sorella e mia nipote sono state salvate da un gruppo di ragazzi che le hanno fatte uscire da una finestra. I danni, purtroppo, sono ingenti. Da tempo c’è una forte puzza di gas in tutto il paese”

Paura a Escalaplano, lunghissimi minuti di terrore poco dopo la mezzanotte. Un incendio, infatti, è scoppiato in un’abitazione alle porte del paese, in via Speranza 24. Due donne sono “salve per miracolo”: si tratta di Sebastiana Congiu, disabile 90enne, e della figlia Maria Franca Pitzalis, 60 anni. Le due donne sono ancora molto scosse. A raccontare il fatto alla nostra redazione è una loro parente, Gigliola Congiu, tra le prime ad essere arrivate sul posto dopo l’sos lanciato dalle due donne: “Poco prima della mezzanotte c’è stata una forte esplosione, si è trattato di un tubo del gas che passa proprio sotto l’abitazione, una casa a due piani con mansarda, di mia sorella e mia nipote. È subito scoppiato un incendio, il fuoco ha distrutto la porta d’ingresso e le fiamme hanno avvolto la casa”. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco: “Ancora prima, però, le mie due parenti sono state salvate da alcuni vicini che le hanno fatte uscire da una delle finestre, visto che l’ingresso era sbarrato dal fuoco”.
“Anche i carabinieri attendono i rilievi conclusivi dei Vigili del fuoco. Stando anche alle testimonianze di un vicino, che ha udito una forte esplosione, la causa del rogo è lo scoppio di un tubo del gas. E c’è proprio puzza di gas in tutto il paese. La casa ora è inagibile, la conta dei danni è appena iniziata”.


In questo articolo: