Furto di energia elettrica a Capoterra: due famiglie nei guai

I carabinieri con i tecnici dell’Enel hanno scoperto il collegamento abusivo alla centralina: denunciate sei persone

Furto di energia elettrica, due famiglie nei guai a Capoterra. Il contatore non gira ma in casa c’è la luce accesa, qualcosa non torna. Così i carabinieri insieme al supporto dei tecnici dell’Enel, hanno verificato un collegamento abusivo a una centralina Enel, da parte di due famiglie imparentate fra loro. A detta dei tecnici, coloro che hanno platealmente manomesso l’impianto e collegato un filo elettrico totalmente non idoneo, che poi si è bipartito in direzione di due appartamenti diversi, hanno anche rischiato di rimanere folgorati, per quanto il lavoro è stato compiuto in maniera approssimativa e con materiale poco idoneo.

Sono state segnalate per furto aggravato alla Procura della Repubblica di Cagliari sei persone fra i 35 e i 59 anni, quattro uomini e due donne (tre dei quali con precedenti denunce a carico). Tutti godevano del sotterfugio e della sottrazione, tutto veniva alimentato tramite corrente elettrica,  e il contatore non girava, in barba alla società elettrica che ne subiva il danno.


In questo articolo: