Furto di cellulari negli spogliatoi della Polisportiva a Senorbì: i telefoni utilizzati da 8 stranieri

Si tratta di stranieri: un algerino residente a Elmas, un pakistano irreperibile, un cittadino del Burkina Faso domiciliato a Cagliari, un maliano residente a Cagliari, un bengalese residente a Siracusa ma irreperibile, un suo connazionale residente a Cagliari ma senza fissa dimora, un altro connazionale residente a Roma ma irreperibile, e infine un sudanese residente a Milano, ma in atto non rintracciabile.

I carabinieri non avevano dimenticato l’episodio. Il 7 febbraio 2019, all’interno degli spogliatoi del campo sportivo comunale di Senorbì, i soliti ignoti avevano sottratto sei telefoni cellulari, lasciati incustoditi durante un allenamento di giovani calciatori della locale “Polisportiva”.

I cellulari lasciano delle tracce telematiche e dunque quell’episodio non poteva restare impunito. Andando ad associare il codice identificativo di ogni cellulare sottratto (IMEI) con le schede SIM e relativi intestatari, i carabinieri della locale Stazione, con l’ausilio di diverse società telefoniche e decreto della Procura, sono riusciti a risalire ad 8 utilizzatori di quegli apparati, che li hanno usati fra febbraio e dicembre 2019. Si tratta di stranieri: un algerino residente a Elmas, un pakistano irreperibile, un cittadino del Burkina Faso domiciliato a Cagliari, un maliano residente a Cagliari, un bengalese residente a Siracusa ma irreperibile, un suo connazionale residente a Cagliari ma senza fissa dimora, un altro connazionale residente a Roma ma irreperibile, e infine un sudanese residente a Milano, ma in atto non rintracciabile. Due di questi telefonini sono stati rinvenuti e recuperati a Cagliari, con la collaborazione dei carabinieri di Stampace. In qualche modo costoro avranno un processo per ricettazione. 


In questo articolo: