Furgone rubato a Samatzai, l’inseguimento, i feriti e lo schianto a Sant’Elia: pregiudicato in manette

Ha rubato un pick up e, una volta braccato dalla polizia, ha seminato il terrore nel rione cagliaritano, colpendo altre auto e ferendo due uomini e un ragazzino. Poi, si è schiantato contro una casa e, solo per miracolo, una bimba non è stata travolta dal muro. Ecco la ricostruzione della sera di follia, in manette un 35enne

Ha rubato il furgone di un operaio di Samatzai e si è diretto verso Cagliari. Una volta arrivato a Sant’Elia, però, il ladro, un 35enne pregiudicato, è stato intercettato da una prima volante della polizia. Erano circa le 20 quando, nel rione cagliaritano, è iniziato un duro e lungo inseguimento da parte degli agenti della squadra volante. Il malvivente, nella fuga, ha colpito alcune auto e ha ferito tre persone, due uomini e un minorenne, tutti finiti all’ospedale. Uno degli agenti ha sparato un colpo in aria, ma l’uomo ha continuato la sua fuga sino alla zona del Vecchio Borgo, inseguito da 4 equipaggi della polizia. Lì, ha terminato la sua folle corsa contro il muro di una casa, in via Fasano. La parete ha retro al forte impatto e non si è sbriciolata. Stando alla ricostruzione della polizia, dall’altra parte, dentro la casa, c’era una bambina che stava giocando. Se il muro non avesse retto, la piccola sarebbe stata travolta dai calcinacci. Una sera di paura, spari e inseguimenti nel rione cagliaritano, con tanti residenti impauriti affacciati alle finestre o sui marciapiedi.

 

 

Alla fine il 35enne è stato arrestato e portato in questura. I tre feriti, stando alle ultimissime informazioni disponibili, non sono fortunatamente in pericolo di vita.