Fuoco a Quartu,la rabbia nella notte: opera vile di persone scellerate

Le prime reazioni dopo l’incendio. Il racconto del nostro inviato sul posto Alessandro Congia


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

di Alessandro Congia

Attimi di paura per un vasto e pericoloso incendio, che intorno alle 2.00 di questa notte, ha lambito una vasta zona del canneto e di vegetazione spontanea all’interno dell’area protetta di Molentargius, nei pressi di via Fiume, nel rione di Quartello. Sul posto stanno operando tre squadre dei Vigili del Fuoco, assieme ai volontari della Protezione Civile e del Nos di Quartu. Il rogo, di sicura origine dolosa, è stato appiccato dai piromani in distinte parti della zona, popolata per lo più dalla fauna protetta e le fiamme, (alimentate dal forte vento di maestrale), hanno quasi raggiunto il bordo strada.
 
L’ennesima opera vile e ignobile di persone scellerate, che non è degna di alcun commento, se non di disprezzo e rabbia. Accanto alle case, si è formata una folla di curiosi, molti dei quali residenti della zona: “Ancora un’altra volta, maledetti – ha detto ad alta voce una signora – hanno messo fuoco per distruggere e per ammazzare fenicotteri e altri animali, non sono degni di chiamarsi persone, ma soltanto delinquenti”. Rabbia, amarezza ma soprattutto vien da chiedersi spontaneamente per quale plausibile motivo, se non quello di creare danni ingenti e la morte di anatre, uccelli e fenicotteri. Un altro giorno maledetto di fuoco, il cui epilogo è davvero triste per l’intera Isola.

 


In questo articolo: