Fuma una sigaretta nel locale, Nainggolan attaccato sui social si difende: “Che male c’é?”

Il calciatore rossoblù si concede una “bionda” in un locale, qualcuno riprende tutto con uno smartphone il video finisce su Instagram. C’è chi attacca il Ninja, ma lui si difende: “Che c’è di male? È una sigaretta dopo cena”

Una normale sigaretta dopo una partita di calcio? Ci può stare, anche per Radja Nainggolan: il campione ritornato da pochi giorni nelle fila del Cagliari se l’è concessa, in un locale, dopo una partita. Qualcuno, però, ha ripreso la scena con lo smartphone, e il filmato è finito sulla pagina Instagram “Che fatica la vita da bomber“. Nessun intento polemico, solo goliardico, c’è puroi e una frase a corredo che testimonia l’amore per il Ninja: “Noi ti amiamo”. Eppure, tra le migliaia di commenti c’è chi ha criticato la scelta del calciatore di fumare una “bionda” a poca distanza da altri compagni di squadra. C’è chi commenta citando il suo passato, “uno così non deve nemmeno tornare all’Inter”, chi lo difende, “è sempre un campione” e chi ne approfitta per ricordare che “fumare fa male soprattutto per chi gioca a calcio”.

 

Ma lui, il Ninja, “fulmina” tutti gli improvvisati haters con un messaggio sin troppo chiaro: “Che c’e di male con una sigaretta dopo cena, mettete anche l’orario per favore”. E poi, per finire, un “sorriso-smile”, a far intendere che, nonostante il video girato e pubblicato a sua insaputa, lui non se l’è assolutamente presa.


In questo articolo: