Frode informatica e violazione del diritto d’autore, una denuncia a Cagliari

La Polizia di Stato ha denunciato un uomo di 44 anni, ritenuto responsabile dei reati di frode informatica e violazione del diritto di autore

La Polizia di Stato, a conclusione dell’articolata attività investigativa condotta nell’ambito dell’operazione “Breaking news”: 2^ fase, ha denunciato in stato di libertà un uomo di 44 anni, ritenuto responsabile dei reati di frode informatica e violazione del diritto di autore.

Il personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni della Sardegna, infatti,  a completamento dell’omonima indagine che lo scorso dicembre ha portato alla individuazione di due responsabili della illecita diffusione, attraverso la rete internet, di un noto quotidiano sardo, ha identificato una terza persona, residente in Piemonte, particolarmente attiva nel web, che, come le due precedentemente segnalate, distribuiva ad una pluralità di utenti che ne facevano richiesta, copie digitali di numerosissime testate giornalistiche nazionali, nonché quella del noto quotidiano sardo.

La perquisizione locale ed informatica, eseguita con la collaborazione del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazione di Torino e con il coordinamento della Servizio Polizia Postale di Roma, ha consentito, anche in questo ultimo caso, di suffragare le iniziali ipotesi investigative, riscontrando numerosi elementi probatori a carico dell’odierno indagato, con conseguente sequestro di svariati strumenti informatici che sono stati posti a disposizione del sostituto procuratore dr. Daniele Caria, titolare dell’indagine.


In questo articolo: