Forestas, scatta il turnover: via alle nuove assunzioni in Sardegna

Solinas: “Un intervento straordinario che mette fine a un’attesa lunga dieci anni e ci consente di raggiungere due obiettivi fondamentali: creare occupazione, soprattutto nelle aree a rischio spopolamento ed economicamente più deboli, e tutelare il nostro patrimonio boschivo”

“Un intervento straordinario che mette fine a un’attesa lunga dieci anni e ci consente di raggiungere due obiettivi fondamentali: creare occupazione, soprattutto nelle aree a rischio spopolamento ed economicamente più deboli, e tutelare il nostro patrimonio boschivo, ricchezza inestimabile, rafforzando servizi strategici nei territori, come la forestazione, l’antincendio e la protezione civile”. Il presidente della Regione, Christian Solinas, commenta così lo sblocco del turnover a Forestas, un piano triennale di assunzioni per il reintegro delle unità di personale per il quale con la Finanziaria appena approvata sono stati stanziati 46 milioni di euro in tre anni: 6 milioni di euro per il 2022 e 20 milioni per ciascuno degli anni 2023 e 2024.

“Il blocco del turnover ha ridotto drasticamente il personale di Forestas, indebolendo i presìdi a tutela del patrimonio forestale minacciato dagli incendi e dal dissesto idrogeologico. Il 2021 è stato un anno con un bilancio pesantissimo sul fronte della lotta al fuoco, che ha portato devastazione all’ambiente danneggiando gravemente molte comunità e aziende agricole. Questo intervento strutturale è indispensabile per mettere in sicurezza i nostri territori grazie a un incremento sostanzioso della forza occupazionale”, conclude il presidente Solinas.


In questo articolo: