Flavio Briatore chiude il Billionaire e attacca il sindaco di Arzachena: “Un grillino contro il turismo”

Il sindaco Ragnedda firma l’ordinanza restrittiva sulla musica, il patron del Billionaire furioso: “Come si collega il virus con la musica? Così si mette in ginocchio l’economia della Costa Smeralda”. GUARDATE il VIDEO


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Flavio Briatore è furioso. Il suo Billionaire, da oggi, è chiuso per via dell’ordinanza del sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda. La nuova stretta decisa dal primo cittadino, nei fatti, spegne i decibel anche nel locale dei vip simbolo della Costa Smeralda: “Ieri avevo annunciato il Billionaire aperto ma oggi il sindaco di Arzachena, l’unico in Italia, ha reso più restrittivo il decreto Conte. Non capisco, ha cancellato completamente la musica. Che effetto produce il virus sulla musica?”, chiede, polemico, Briatore: “La gente è indotta a credere che ci sia una situazione pericolosa, ho ricevuto cento telefonate. Il sindaco non ha fatto una valutazione adeguata, facendo tutto da solo, fa solo danni. Emana un’ordinanza che mette in ginocchio l’economia della Costa Smeralda senza confrontarsi con le associazioni di categoria e le parti sociali. È un altro sindaco grillino contro il turismo”.

“Mi dispiace per i clienti, per i dipendenti, tutti ragazzi che lavorano e che sono venuti a prendere case in affitto. La Sardegna si stava riprendendo, serve un sindaco che amministri e non che affossi. Vedremo come tutelarci”, prosegue il patron del Billionaire, “la maggior parte dei dipendenti sono sardi, chiedo scusa a loro per essere amministrati da sindaci così. Non si fa il turismo così”.


In questo articolo: