Flavio, barista desulese di Cagliari: “Così anche io butto il latte, massimo sostegno ai pastori sardi”

IL BARISTA DESULESE A CAGLIARI BUTTA IL LATTE IN DIRETTA NEL NOME DEI PASTORI- Flavio Marci ha un bar in via Paoli: “Voglio dare ai miei clienti solo latte sardo, l’altro lo butto via. I pastori devono essere pagati almeno un euro più Iva per litro di latte, stanno facendo la fame e la pastorizia è la nostra principale economia”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

https://www.youtube.com/watch?v=ITqTGPGbJmQ&feature=youtu.be
I pastori sardi protestano, e anche tra i baristi cagliaritani spunta l’iniziativa solidale legata al “no latte day”. Mercoledì 13 febbraio niente latte servito ai clienti. Tra chi aderisce c’è Flavio Marci, titolare di un bar in via Paoli: “Sono di origine desulese, faccio questo lavoro da 37 anni e preferisco e voglio vendere il nostro latte. L’altro”, almeno per un giorno, “sono pronto a buttarlo. I desumesi hanno tantissimi capi ovini che producono molto latte”. E se un cliente dovesse richiederlo lo stesso? “Ho latte di soia, di mandorla e di cocco”, afferma Marci.
“I pastori stanno facendo la fame, negli anni Ottanta un litro di latte gli veniva pagato 1700 lire, oggi deve salire ad almeno un euro più Iva. La pastorizia è l’economia di tutta la Sardegna”.


In questo articolo: