Flash mob al Bastione contro il caro bollette ammazza imprese e cittadini

Organizzato a Cagliari da Fratelli d’Italia “per denunciare l’immobilismo e il menefreghismo del governo Draghi” e il fatto che sulla Sardegna non è mai arrivata nessuna risposta nonostante le tante sollecitazioni

Fratelli d’Italia, con il circolo cagliaritano, improvvisa un flash mob sotto al Bastione di Saint Remy, “per denunciare l’immobilismo e il menefreghismo del Governo Draghi davanti al caro bollette ed energia che sta mettendo in crisi imprese e cittadini. Invece di preoccuparsi delle misure necessarie per cancellare gli aumenti e tutelare le famiglie e imprese, la maggioranza dibatte sulla legge elettorale e sforna decreti cervellotici su scuola e greenpass”, scrivono gli organizzatori in un comunicato.

 

“Fratelli d’Italia chiede al governo di impegnarsi affinché per i prossimi dodici mesi si arrivi all’azzeramento dell’imposta sul valore aggiunto e le accise sui prodotti energetici ottenuti da fonti rinnovabili, per l’energia elettrica e per il gas, destinati sia ad uso domestico che industriale. Inoltre, sempre per sterilizzare gli aumenti di energia elettrica e gas per le famiglie italiane, chiediamo di destinare annualmente, a decorrere dall’anno 2023, almeno il 50% del gettito erariale derivante dalla vendita dei prodotti energetici sottoposti ad accisa a copertura delle misure suindicate. Le soluzioni per la Sardegna? Silenzio assoluto”, concludono gli esponenti dell’unico partito fuori dalla maggioranza di governo.


In questo articolo: