“Finchè non mi passa l’ amore rimani con me”, e la sequestra in casa

E’ successo ieri in una via del centro cagliaritano. Vittima una minorenne.

Maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona, nei guai un cagliaritano di 27 anni.
Il movimentato episodio si è verificato ieri intorno alle 12,45, quando a seguito di diverse segnalazioni, il Centro Operativo della Questura ha inviato un equipaggio della Squadra Volante in una via del centro di Cagliari, dove una ragazza chiedeva aiuto perchè trattenuta da un uomo che con violenza la faceva entrare all’interno di un palazzo.
Gli Agenti raggiunto il posto, dopo aver ripetutamente suonato e chiesto con insistenza di aprire la porta dell’appartamento, hanno udito urlare una voce femminile: “Apri la porta, fammi uscire, fammi uscire”.
Pochi istanti dopo un ragazzo ha aperto la porta dell’abitazione dalla quale è uscita in gran fretta una ragazzina, agitatissima, che ha riferito agli Agenti di essere stata rinchiusa in casa contro la sua volontà e di essere stata percossa dal suo ragazzo.
Il giovane all’udire quanto detto dalla fidanzata è andato in escandescenza e dopo aver insultato gli Agenti si è scagliato contro dando origine ad una violenta colluttazione che ne ha reso necessaria l’immobilizzazione.
L’uomo, S. M., pregiudicato, era destinatario della misura della sorveglianza speciale con obbligo di firma presso una stazione dei Carabinieri.
Il giovane è stato condotto presso gli uffici della Questura per gli accertamenti di rito dove gli Agenti hanno appurato che i motivi della violenza perpetrata nei confronti della fidanzata minorenne sono riconducibili ad un forte sentimento di gelosia e che negli ultimi cinque mesi gli episodi sono divenuti sempre più frequenti e violenti.
La minorenne in sede di denuncia ha dichiarato numerosi episodi e l’odierno, particolarmente violento, ha causato anche una contusione al labbro perché colpita da un pugno per il quale è stato necessario un intervento medico al pronto soccorso. Tutto è iniziato nelle prime ore del mattino quando la coppia è uscita per fare spesa ma l’ennesima scenata di gelosia, scaturita per futili motivi, ha visto S.M. riportare con violenza la giovane verso casa (episodio visto dai testimoni che hanno chiamato il 113) nell’occasione ha urlato a voce alta: “finché non mi passa l’amore tu rimani qui con me” per poi rinchiuderla a chiave dentro l’appartamento fino all’arrivo della Polizia.
Gli Agenti, dopo aver valutato le circostanze ed i precedenti, hanno arrestato il giovane per i reati di resistenza e lesioni a P.U., maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona e, su disposizione del P.M. di turno è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima previsto per la mattinata odierna.