Festival Echi lontani, sabato arriva l’Ensemble Terra d’Otranto

La serata proporrà un viaggio attraverso l’opera di Gerolamo Melcarne

Sabato 15 giugno a Cagliari penultimo appuntamento per Echi lontani, il festival impegnato a far conoscere il prezioso repertorio della musica antica attraverso concerti proposti nei luoghi più suggestivi della città.

Alle 21 nella Chiesa di Santa Maria del Monte -in via Corte d’Appello- arriva l’Ensemble Terra d’Otranto (formato da Cristina Fanelli, soprano; Angelo De Leonardis, basso; Luca Tarantino, chitarra spagnola, tiorba; Pierluigi Ostuni, tiorba; e Doriano Longo, violino) che proporrà un concerto dal titolo “Hieronymus Montisardui. Viaggio nelle opere di Gerolamo Melcarne,  Il Montesardo tra Firenze, Napoli e Terra d’Otranto”.

Sarà una serata alla riscoperta della figura e dell’opera di Gerolamo Melcarne, detto il “Montesardo”, musicista che, come scrive l’ensemble protagonista della serata nelle note di sala “contribuì notevolmente a quello scambio di conoscenze tra i più importanti centri musicali italiani”.

Nato probabilmente intorno agli anni Ottanta del XVI secolo a Montesardo, piccolo centro di origine Messapica del Capo di Leuca (in Salento), Melcarne per poter intraprendere l’attività musicale divenne chierico, e in seguito apprese l’arte del contrappunto. Divenne anche abile suonatore di chitarra spagnola. Nel 1606 frequentò i più importanti centri musicali italiani ed entrò in contatto con i maggiori esponenti di quel rinnovamento culturale e artistico che faceva capo alla Camerata dei bardi. 


In questo articolo: