Festival delle Arti del Gerrei, Bisu de una Noti de Mesu Estadi

Settima edizione

Il Festival delle Arti del Gerrei giunge alla settima edizione. E lo fa, dal 6 al 29 agosto,  con il  titolo significativo di sempre, che richiama nobili echi teatrali, evocando, in limba, la magia dell’opera shakespeariana: Bisu de una Noti de Mesu Estadi.

La rassegna, organizzata dalla compagnia L’Aquilone di Viviana, che si avvale della direzione artistica di Ilaria Nina Zedda, di quella tecnica di Marco Quondamatteo e organizzativa di Mauro Zedda, ha rappresentato in questi anni l’unico evento culturale aggregante in un territorio isolato e disagiato come il Gerrei, solitamente tagliato fuori dai circuiti culturali ufficiali. Gli organizzatori, nonostante le difficoltà, anche e soprattutto di natura finanziaria, continuano a operare per promuovere in quell’area, nell’ottica del decentramento culturale, la mobilità di artisti di provenienza anche nazionale e internazionale e del pubblico locale.

“Dal 2013 il Festival non riceve alcun finanziamento regionale e non ha potuto contare in modo continuativo neanche sul contributo provinciale, dati i vari passaggi di commissariamento e l’attuale dismissione della Provincia”, sottolinea Ilaria Nina Zedda. “In questi anni – continua la direttrice artisitica – il Festival è stato comunque realizzato con grandi sacrifici economici della Compagnia, che si è assunta la piena responsabilità culturale del progetto nei confronti del pubblico e delle amministrazioni locali, garantendo la continuità, laddove molti altri Festival hanno chiuso i battenti. Questo grazie allo sforzo congiunto dei sindaci locali, che, nonostante le poche risorse, credono nel valore e nell’utilità della manifestazione, come progetto culturale importante per un territorio che risente di gravi problemi sociali, tra i quali, per esempio, il forte abbandono scolastico”.

E il Festival delle Arti del Gerrei si presenta anche nell’edizione 2015 con il carattere di festival territoriale itinerante, fra Sant’Andrea FriusBallaoVillasalto San Nicolò Gerrei, che va alla scoperta di nuovi talenti fra le giovani compagnie sarde, rivolgendosi soprattutto a un pubblico di famiglie e bambini, attraverso laboratori e spettacoli multidisciplinari: teatro e scienza, teatro e sostenibilità, teatro e tecnologia, teatro e circo (al festival sono presenti alcuni gruppi di teatro di strada che rappresentano il meglio in circolazione a livello nazionale e internazionale), cinema e ambiente.

 

IL PROGRAMMA 

“Su il sipario” giovedì 6 agosto, a Sant’Andrea Frius, in Piazza Europa alle 22, con ESPERA, spettacolo di teatro-circo della Compañia de circo “eia”, recentemente protagonista di una apprezzata performance ai Giardini Pubblici di Cagliari (un omaggio a Bach insieme al coro Studium Canticum). In spagnolo “espera” significa sia “aspetta” che “spera”. Partendo proprio da una riflessione sulla speranza e sul passare del tempo, nello spettacolo l’acrobatica e la manipolazione di oggetti diventano linguaggio energetico e poetico, che, combinandosi con quello a-temporale delle tradizioni e dei rituali popolari, arriva a coinvolgere tutto il pubblico. Gli artisti italo-spagnoli hanno girato l’Europa con le loro performance, rivolgendosi in particolare ai piccoli paesi, con l’idea di avvicinare il pubblico al circo contemporaneo in maniera sostenibile.

Espera replica il giorno dopo, venerdì 7, a Ballao, nella Piazza delle Feste, alle 22. A seguire ancora teatro-circo, con IL DODO È TRATTO!, di e con Edoardo Demontis, in arte Dodo. Lo spettacolo è caratterizzato dalla destrezza nella giocoleria, condito da umorismo, improvvisazione e dalla capacità dell’artista di interagire con il pubblico. Demontis si è formato come giocoliere in giro per l’Europa. Dal 2013 al 2015 ha lavorato in due produzioni del Teatro Stabile della Sardegna,”I Miracoli del Barone di Munchausen” e “Pirandello/Beckett”. Nel 2013 ha collaborato con il coreografo Alessandro Sciarroni nello spettacolo “Untitled”, con il quale ha toccato quota 70 repliche in 12 paesi europei.

Mercoledì 12 agosto, il Festival si sposta a Villasalto, in Piazza della Biblioteca, dove L’Aquilone di Viviana presenta, alle 22, lo spettacolo di teatro e videomapping UNGHIE&CRISI. La regia e la drammaturgia sono firmate da Ilaria Nina Zedda, le interpreti Marta Proietti Orzella e Daniela Pulisci, regia luci e video mapping di Marco QuondamatteoRaccontare con tagliente ironia la condizione  lavorativa delle donne in questi tempi di crisi economica: il testo dello spettacolo nasce da una ricerca sul campo svolta a Cagliari e hinterland, fra ragazze che si occupano di nail art, sia in nero nelle proprie case che nei centri di bellezza. La drammaturgia ha vinto alcuni anni fa il primo premio nel concorso “Donne e lavoro, Donne a lavoro” della Provincia di Cagliari. La trama: Sonia è una giovane mamma single che si improvvisa estetista per necessità. Tra smalti e limette, si prodiga in consigli, aneddoti e proverbi popolari per aiutare le clienti a uscire dalle proprie crisi esistenziali. Un modo diretto, tragico e ironico, per riflettere sulla condizione della donna e sulla sua “traversata” in solitario nella società contemporanea.

Si torna a Sant’Andrea Friuslunedì 17 agosto. In Piazza Europa, alle 22, largo alla parata- spettacolo LA DISCESA DEI GIULLARI, coproduzione italo-belga di Gurdulù Teatro – La Compagnie du Pingouin Quotidien, con la regia di Maurizio Giordo. Un gruppo di giullari e giullaresse invade pacificamente strade e piazze, seguito da un suggestivo e musicale carretto alberato. A muoversi un’equipe internazionale di sei performer, capitanata dal “giullare” portotorrese Mauriziello da Turris (l’attore e regista Maurizio Giordo). In un viaggio fantastico i giullari-folletti sosteranno in 4 “stazioni” spettacolari, in cui coinvolgeranno gli “spett-attori” con scene di giocoleria comica, acrobatica buffa, coreografie, antichi giochi e danze popolari. Fino ad arrivare all’ultima tappa, il gran finale di effetti speciali con il fuoco e sventolio di grandi bandiere. Pubblico e attori, tutti sullo stesso piano, in una festa popolare, carnevalesca, “dionisiaca”, dove tutto è concesso tranne annoiarsi.

Giovedì 20 spazio al cinema d’animazione. A Villasalto, in Piazza della Biblioteca alle 22, viene  presentato il cartone animato THE SECRET OF SEAL TOTTOI, a cura di Francesco Ticca, docente della Scuola secondaria di Dorgali. Il lavoro, realizzato dai disegnatori giapponesi della Nippon Animaton, è ambientato a Cala Gonone e Dorgali e racconta la storia di un ragazzo che scopre l’ultimo esemplare della Foca Monaca nelle Grotte del Bue Marino. Una foca e il suo cucciolo vengono adottati da Tottoi e salvati dalle grinfie di un criminale americano che vorrebbe farne un’attrazione da circo. “Tottoi” non è mai stato distribuito in Italia, né doppiato in italiano. Il cartone sarà presentato da Francesco Ticca, che ha guidato la sua classe nella realizzazione del doppiaggio, in lingua italiana e in sardo, nel corso di un progetto scolastico. Un modo creativo e divertente per stimolare gli adolescenti all’utilizzo delle nuove tecnologie.

A TUA INSAPUTA è il titolo dello spettacolo di teatro-circo della Compagnia Ditta Vigliacci che va in scena venerdì 21 agosto a Sant’Andrea Frius, in Piazza Europa alle 22. La Ditta Vigliacci, di antica tradizione, nasce nel 1912. Unici eredi sono i fratelli Mirardo ed Edonio Vigliacci, cresciuti con il nonno, che ha insegnato loro le arti circensi e quelle per intrattenere il pubblico. La Ditta è specializzata in molte discipline del cosiddetto “circo nuovo” e offre uno spettacolo dal ritmo comico incalzante, che vede intrecciate le tecniche di equilibrismo acrobatico, verticalismo, danza, magia, destrezze varie e curiosità insolite.

Il 27, sempre a Sant’Andrea Frius (Piazza Europa, alle 22) lo  spettacolo di teatro-scienza CIRCOSTANZE SCIENTIFICHE, di e con Ramon Pilia, “scienziato circense”. Fare un viaggio scientifico è come visitare le stanze ideali di un circo: osservare, eseguire esperimenti, scoprire, comunicare. Lo spettacolo è interattivo, Pilia si avvale dell’aiuto di giovani apprendisti per realizzare i suoi incredibili esperimenti, vuole divulgare la scienza attraverso canali di comunicazione inconsueti, che mirano a coinvolgere i bambini e i ragazzi, soprattutto dal punto di vista emotivo.

Bisu de una Noti di Mesu Estadi, il Festival delle Arti del Gerrei, chiude la sua settima edizione sabato 29 agosto, a  San Nicolò Gerrei, in  Piazza Emilio Lussu, proponendo ancora, alle 22, A tua insaputa, lo  spettacolo di teatro-circo della Compagnia Ditta Vigliacci.


In questo articolo: