Festival della Scienza a Cagliari: sei giorni di mostre e laboratori

Dal 4 al 9 novembre

Il “Festival Scienza” torna a Cagliari per il settimo anno consecutivo, dal 4 al 9 novembre. Sei giorni di conferenze, incontri, laboratori, spettacoli e animazione sul tema “La scienza ci aiuta”, divisi tra l’Exmà e il parco di Monte Claro. Ma anche percorsi botanici e naturalistici, con la collaborazione di Legambiente, anche a Capo Sant’Elia e sulla laguna di Santa Gilla. Una manifestazione organizzata dal comitato “Scienza Società Scienza”, presieduto da Carla Romagnino, e patrocinata dalla commissione nazionale italiana per l’Unesco e dal Comune di Cagliari.

Sei giorni con oltre 50 ospiti in città per raccontare la scienza, oltre 80 appuntamenti in programma, 22 postazioni differenti tra laboratori e percorsi botanici, 8 realtà museali e di ricerca aperti al pubblico, oltre 400 volontari impegnati nell’organizzazione e 47 tra dipartimenti universitari, musei scientifici, scuole e associazioni. Il tema è “La Scienza ci aiuta”, “col quale – spiegano gli organizzatori – si desidera far comprendere che la scienza ha un risvolto applicativo che contribuisce al progresso della società. Il festival cerca di coniugare natura, scienza e tecnologia con lo scopo di rendere il pubblico consapevole che la scienza fa parte integrante della nostra vita e cultura, e che si può imparare divertendosi”. 

L’inaugurazione sarà il prossimo 4 novembre nel centro comunale Exmà con la conferenza di Speranza Falciano, vicepresidente dell’Istituto nazionale di fisica nucleare. Mentre l’evento finale è previsto per domenica 9 novembre nel Parco Monte Claro con un programma di musica in due parti: “Tra musica e scienza”  con Enrica Sarigu, Elisabeth Lochmann, Roberta Tagarelli e il matematico Annamaria Vinci. La scorsa edizione ha fatto registrare 14 mila presenze tra studenti di ogni età, insegnanti, genitori e comuni cittadini.

Federica Lai


In questo articolo: