“Festival della Resilienza”: gli spettacoli e le performance

 Dal 30 luglio al 1 agosto a Macomer

Dal 27 Luglio al 1 Agosto a Macomer (NU), governo aperto, economia della condivisione, innovazione sociale e sanitaria, sostenibilità e pratiche virtuose, saranno la cornice che darà voce a nuove forme di partecipazione e riflessioni collettive sulla resilienza come strumento di rinascita delle comunità locali.

 

Il Festival si articolerà tra workshop incentrati sulle nuove risorse a disposizione per la filiera agro-turistica, per l’imprenditorialità, la partecipazione, le smart cities, la sanità e la cultura e la permacultura, riunendo in un solo evento tantissime realtà locali e diverse distinte in campo nazionale e internazionale.

 

L’offerta culturale di spettacolo gratuita al termine di ogni sera, prenderà il via a Macomer il 30 luglio alle ore 20.30 nell’area archeologica di Tamuli, con la performance site-specific Resilia della compagnia di danza e fotografia Prendashanseaux.

 

Alle ore 21.00 la proiezione del documentario Ab Origine (Biofilm) di Ignazio Figus.

 

Ore 22.00 il blues, funky e soul in chiave acustica di Francesco Piu, aprirà il concerto Ivan Faedda.

 

Il 31 luglio alle ex-Caserme Mura alle ore 18.30 Ramon Pilia, unirà scienza e arte affrontando la resilienza con la mente di un fisico e il cuore di un teatrante nella performance Il Teatro incontra la Resilienza.

 

 

ore 21.00 proiezione del documentario Anche se non sono gigli di Gianluca Nieddu che ci presterà i suoi occhi per raccontarci il lavoro svolto con i detenuti del carcere di Macomer

 

ore 22.00 Claudia Aru con i Tenore Janna Bentosa mescoleranno la nostra identità tradizionale insieme all’Hip Hop deiLyrical Dropperz .

 

Il 1 agosto alle 11.30 tra i boschi di Badde Salighes Urban Experience e Passiflora condurranno una performance/riflessione itinerante sull’intelligenza connettiva.

 

La sera alle ore 22.00 di nuovo a teatro con “Giovanna detta anche Primavera” uno studio teatrale di Valentino Mannias, giovane Premio Hystrio, prodotto da #sardegnateatro.

 

Queste solo alcuni degli appuntamenti tra associazioni, aziende, istituzioni e artisti riuniti per mettere in contatto realtà resilienti e pratiche virtuose all’interno del Festival della #Resilienza 2015 di ProPositivo.”

 

vai al programma completo www.propositivo.eu