Ferragosto: Cagliari deserta, mercati del pesce affollati

I cagliaritani si preparano alla tradizionale festa d’estate a base di pesce

Una Cagliari silenziosa e semideserta è quella che appare ai pochi abitanti rimasti in città. Qualche turista chiede informazioni sull’ubicazione del centro storico, macchina fotografica in spalla. La gente al mare o in viaggio contribuisce al solito spettacolo spettrale di una città non attrezzata per il turismo locale, che non offre alternative all’assalto delle spiagge.

Il mercato di San Benedetto, però, è gremito di compratori, perchè la vecchia abitudine casteddaia del pesce a Ferragosto non muore mai, anche se l’astice costa 35 euro al chilo e l’aragosta 95. Uno spettacolo davvero sono i banchi del pesce esposto, con i venditori sorridenti ed euforici per gli incassi. Ferragosto a Cagliari è così: un giorno speciale per chi non è sui monti o nelle capitali europee, una festa anche per i poveri.