Federica di Monserrato: “Senza patente non posso cercare lavoro, il foglio rosa non mi basta”

Ha 20 anni, Federica Pisano, e in autunno vuole iscriversi alla facoltà di Medicina: “Quest’estate volevo lavorare come commessa o animatrice nei centri estivi, ho rinunciato perché non ho la patente e quindi non posso spostarmi con l’auto. All’autoscuola ho già speso seicento euro, una bella cifra, ma non ci sono esaminatori”. GUARDATE la  VIDEO INTERVISTA

Il foglio rosa l’ha conquistato “dopo una fatica lunga quasi quattro mesi”, tra lezioni, guide e tanta, tanta teoria. Federica Pisano, ventenne di Monserrato, sperava di ottenere la patente in tempi rapidi. Invece, l’attesa si è tremendamente allungata: “Il ministero non ha ancora nominato i nuovi esaminatori, quindi le autoscuole, anche quella dove vado io, non possono fornire date degli esami di pratica. Ormai siamo quasi a giugno, quest’estate volevo lavorare magari come commessa in un negozio di abbigliamento o come animatrice in un centro estivo, per poter guadagnare qualcosa”, visto che in autunno vuole tentarsi la la carta della carriera universitaria in Medicina, “ma senza auto non posso spostarmi, tutti i miei progetti sono finiti gambe all’aria”, osserva la ventenne.

 

“Ho speso seicento euro per l’autoscuola tra lezioni, guide e foglio rosa, soldi dei miei genitori ma in parte anche miei, frutto di regali”, confessa la Pisano, “se dovessi anche fare la prova pratica, poi, potrebbero bocciarmi e non avrei il tempo di una seconda possibilità, dunque dovrei spendere di nuovo altri soldi per rifare guide e ottenere un nuovo foglio rosa”. Un’eventualità, almeno attualmente, impossibile da realizzare: “Non ho i soldi, non ho nemmeno un lavoro”.